Ericsson espande il suo portafoglio 5G: ecco le novità

0
314

Ericsson ha migliorato gli strumenti per il 5G, rendendoli maggiormente efficaci rispetto a prima per farci capire che non abbia intenzione di lasciare indietro il suo portafoglio di reti. Cosa ha migliorato?

Ericsson espande il suo portafoglio 5G: ecco le novità
Ericsson si aggiorna con dei dispositivi fenomenali – Computermagazine.it

Ericsson non è rimasta a mani vuote in questo periodo: difatti ha annunciato di aver migliorato ancora di più il proprio portafoglio RAN, acronimo di Reti di Accesso Radio. Praticamente si parla di un nuovo potenziamento rivolto a sette nuove soluzioni che avranno l’obiettivo di sostenere e implementare il 5G anche nei provider.

Queste aggiunte avranno modo di avviare un risparmio energetico sensibile e che aumenterà fino a dieci volte la capacità massima raggiungibile. Grazie a ciò si otterrà una tecnologia 5G ancora più affidabile, ecco perché parlare dei miglioramenti raggiunti potrebbe essere soltanto un bene.

I dispositivi e i dovuti potenziamenti

Ericsson espande il suo portafoglio 5G: ecco le novità
Gli strumenti in questione adesso saranno migliori sotto ogni punto di vista – Computermagazine.it

Iniziamo con la Radio 44900, ossia una dual-band con un consumo energetico inferiore del 25% e un peso inferiore rispetto ai modelli ora in uso. Attualmente sarà compatibile con la maggior parte dei siti radio a livello globale grazie al fatto che supporti le principali bande FDD, cioè Frequency Division Duplex, usate da molti operatori per le implementazioni del 5G.

In seguito vediamo la Radio 4490 HP, nonché una versione ad alta potenza che offre prestazioni in uscita accresciute del 50% rispetto alle soluzioni radio attuali. Non escludiamo neanche la nuova antenna attiva 64T/R Massive MIMO per la banda media, con una larghezza di banda di 400 MHz ideale pure il RAN sharing, facile da installare e dal peso di soli 25 kg.

Anche l’Antenna 4602 è di ottima qualità; si tratta di una multi-band altamente integrata, larga solo 398 mm, progettata per la migliore resistenza al carico del vento e il mantenimento ottimale dei requisiti di costruzione del sito. Proseguiamo con l’Antenna ibrida Interleaved AIR 3218 di nuova generazione, che unisce una antenna passiva multiband con una attiva per la banda media. A livello di grandezza ha un altezza e un peso ridotto, che permette di aggiungere il Massive MIMO ad un sito senza aumentare l’ingombro complessivo del sistema radiante.

Persino la funzionalità Deep Sleep subisce un miglioramento notevole con il Massive MIMO, la quale consente di abbattere i consumi energetico fino al 70% durante le ore di basso traffico. Per concludere parliamo del Coverage Boost, nonché una soluzione software versatile che utilizza la carrier aggregation 5G per offrire una copertura più ampia fino al 60% per la banda media TDD, ovvero Time Division Duplex, rispetto alla dual connectivity.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here