Minaccia da App Store: se installi questa app rischi di essere costretto a pagare, altrimenti resti bloccato

0
137

Fa strano, a dir la verità. Di solito i tanti problemi con le applicazioni si trovano sul Google Play (se non fosse per la quantità di utenti), stavolta invece la classica frase “non scaricate quell’app” riguarda lo Store ufficiale del colosso di Cupertino.

App Store 20220419 cmag
App Store – Adobe Stock

Il merito andrebbe ascritto al cacciatore/sviluppatore di app truffa, per eccellenza: Kosta Eleftheriou, un developer che spesso ha rappresentato un incubo per Apple, noto per aver svelato truffe eclatanti che superano l’attento processo di revisione di Apple.

L’autorevole cipriota ha nuovamente attirato l’attenzione su una raccolta di app poco raccomandabili, vendute attraverso l’App Store. Questa volta, però, sono sul Mac e utilizzano pop-up che rendono estremamente difficile uscire da un’applicazione, senza accettare prezzi di abbonamento scandalosi, il tutto senza che Apple, a detta di Eleftheriou, se ne accorga. E nonostante la sua argomentazione per mantenere i dispositivi al sicuro.

L’applicazione dove tutto è iniziato

App Store iOS 20220419 cmag
App Store iOS – Adobe Stock

L’app che ha dato il via a questo turbinio di problemi, però, è stata scoperta da Edoardo Vacchi e si chiama My Metronome. Secondo Vacchi, Eleftheriou e le recensioni degli utenti, l’applicazione in questione si blocca e non consente a un utente di chiuderla, utilizzando le scorciatoie da tastiera o la barra dei menu, finché non accetti un abbonamento di 9,99 dollari al mese.

LEGGI ANCHE >>> La App “Passa ad Android” ora è presente nell’App Store: da iOS ad Android, il passaggio sarà semplicissimo

Eleftheriou ha detto a The Verge che “sembra che questo sviluppatore abbia sperimentato varie tecniche nel corso degli anni per impedire alle persone di chiudere il paywall“, indicando molte altre app che sono ancora nell’App Store con un comportamento simile. Qualche tempo dopo che Eleftheriou ha twittato su My Metronome, l’app è stata apparentemente rimossa dallo Store. Ma a quanto pare ne sono spuntate altre.

LEGGI ANCHE >>> Thor: Love and Thunder, ecco il teaser trailer rilasciato da Marvel

Jeff Johnson, un altro sviluppatore, ha scoperto che la società che ha realizzato My Metronome, Music Paradise, ha una connessione con un altro sviluppatore dell’App Store, Groove Vibes. Le politiche sulla privacy elencate sui siti Web di entrambi gli sviluppatori (che sono collegati alle loro pagine dell’App Store) affermano che sono registrati allo stesso indirizzo e tutte e due menzionano la stessa persona giuridica, Akadem GmbH.

Le app in questione non bloccano un utente completamente fuori dal computer come il più classico dei ransomware. “Ci sono altri modi per chiuderle – puntualizza The Vergeanche se non sai come forzare l’uscita. Music Paradise Player ha un pulsante nella schermata dell’offerta e, una volta premuto, il pop-up di abbonamento scompare e puoi uscire normalmente dall’app”.

FX Tool Box, invece, ha un piccolo pulsante “Forse dopo” che fa la stessa cosa. All To MP3 Converter ha un pulsante simile “Fammi entrare nell’app così posso chiuderlo“. Insomma, seppur a fatica, i mezzi per non pagare denaro ci sono, ma come al solito meglio non scaricare quelle app.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here