Rocket Lab dà spettacolo recuperando con un elicottero un razzo di rientro sulla Terra

0
286

Ha dato decisamente spettacolo la Rocket Lab, un’agenzia spaziale privata che nelle scorse ore si è decisamente distinta per un’azione a dir poco inusuale.

Rocket Lab, 4/5/2022 - Computermagazine.it
Rocket Lab, 4/5/2022 – Computermagazine.it

Lanciando il guanto di sfida a SpaceX e Blue Origin, rispettivamente di Elon Musk e Jeff Bezos, l’azienda con a capo Peter Back ha recuperato al volo il booster del suo razzo Electron lanciato in precedenza nello spazio. La 26esima missione Electron, come riferisce Hdblog.it, è scattata dal Pad A presso il Launch Complex 1 situato nella penisola di Mahia, in Nuova Zelanda, alle ore 10:49 locali, quando in Italia erano le 00:49 della notte passata.

ROCKET LAB, L’AZIENDA SPAZIALE HA RECUPERATO UN RAZZO AL VOLO CON UN ELICOTTERO

Sono stati messi in orbita 34 diversi satelliti per un totale di 146, ma l’aspetto più spettacolare di tutta la missione, come potete vedere anche nel video pubblicato su questa pagina, è stato l‘utilizzo di un elicottero che ha catturato il booster di Electron a mezz’aria. Solitamente viene utilizzata una nave drone per andare a recuperare il razzo, ma Rocket Lab ha puntato su qualcosa di decisamente diverso e inedito, e nel contempo sensazionale.

LEGGI ANCHE → Finalmente decolla la Crew-4 con Samantha Cristoforetti a bordo: missione da 6 mesi nello Spazio sulla ISS

A tre minuti dalla partenza il secondo stadio del razzo si è separato dal booster proseguendo il viaggio verso l’orbita terrestre mentre il primo stadio è ricaduto verso la terra a circa 8.000 chilometri all’ora; durante la discesa si è azionato il paracadute droghe che ne ha rallentato la corsa sino a circa 36 chilometri all’ora. A quel punto è intervenuto l’elicottero Sikorsky S-92 che ha appunto avvistato il booster, e dopo quattro minuti ha agganciato il paracadute.

LEGGI ANCHE → Samantha Cristoforetti prima TikToker nello Spazio: quali video catturerà per primi?

“Parametri differenti – ha aggiunto Hdblog.it – da quelli simulati nei test hanno tuttavia costretto il pilota dell’elicottero a dirigersi sull’Oceano Pacifico rilasciando il carico con uno splashdown, così da non rischiare di perdere il prezioso booster”, in seguito poi è stato recuperato il razzo da parte del team di Rocket Lab. “Riportare a Terra un razzo dallo spazio – ha commentato Peter Back, il Ceo dell’azienda – e catturarlo in volo usando un elicottero è estremamente complicato. Bisogna allineare perfettamente un numero spaventoso di fattori diversi, che devono combaciare tra di loro in modo impeccabile, quindi sono estremamente orgoglioso dei risultati che abbiamo ottenuto fino ad adesso. Da qui parte la prossima fase: determineremo i cambiamenti necessari per garantire il pieno successo dei prossimi test” E ancora: “Abbiamo condotto con successo molte prove di recupero con gli elicotteri, effettuato test approfonditi con il paracadute e recuperato con successo il primo stadio di un razzo Electron. Ora è il momento di mettere insieme tutto per la prima volta. Non è un’impresa facile, ma spingerci ai limiti con operazioni complesse è nel nostro dna”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here