Facebook: pronto il clone di Clubhouse

0
78

Facebook: pronto il clone di Clubhouse. Il social network di Mark Zuckerberg vuole accaparrarsi la fetta di utenza che oggi suscita interesse nei confronti del nuovo social network vocale. 

Facebook: pronto il clone
Facebook (Adobe Stock)

Non sarebbe la prima volta: se non puoi conquistarlo, copialo. Facebook è scesa in campo per aggiudicarsi la fetta di utenza interessata al social network vocale Clubhouse. Un social che in queste ultime ore sta catalizzando l’attenzione degli utenti. Un balzo di download in Italia ha piazzato in cima alle classifiche Clubhouse. Il neo arrivato tra i social network più famosi ha battuto sia l’app IO che qualsiasi altro concorrente per numero di download in pochi giorni.

POTREBBE INTERESSARTI –> Clubhouse censurato in Cina: il social non è più accessibile

Ed è proprio dietro a questi numeri che si è acceso l’interesse del gruppo Facebook. Secondo quanto emerso in rete e riportato da DigitalTrends, il social network di Mark Zuckerberg è pronto a “costruire un prodotto di chat audio simile a Clubhouse“. C’è di più, secondo il report, si tratterebbe di un prodotto già “nelle sue prime fasi di sviluppo“, come riportato da alcuni addetti ai lavori al New York Times.

Per quei pochi(ssimi) che non dovessero sapere di cosa parliamo quando citiamo Clubhouse, altro non è che un nuovo social – ad oggi chiuso ai soli utenti iOS e accessibile solo su invito – nel quale… si parla. Non esistono post, non esistono condivisioni di link, commenti o mi piace. Esistono solo delle stanze, dei topic e delle persone che, al loro interno e a turni, parlano. Un’inversione di paradigma rispetto ai social che conosciamo da quindici anni che ha suscitato l’interesse di milioni.

Lo stesso patron di Facebook, Mark Zuckerberg, è iscritto a Clubhouse. Apparso settimana scorsa, ha parlato di realtà aumentata e tecnologia legata al mondo della realtà virtuale. Ma il bimbo prodigio di Facebook non è l’unico big del campo tech ad essersi affacciato al nuovo social network delle parole. Anche Elon Musk ha un profilo attivo su Clubhouse. Anzi, si può dire che proprio grazie al CEO di SpaceX e Tesla è diventato così popolare tra gli utenti, dopo il suo endorsement qualche giorno fa.

POTREBBE INTERESSARTI –> TikTok sfida Facebook: e-commerce aggressive negli Stati Uniti

Visti i trascorsi di Facebook nel mutuare alcune funzionalità da altri social – o a comprarseli direttamente – non ci stupiremmo se domani Mark Zuckerberg estraesse dal cilindro un clone di Clubhouse marchiato Facebook Inc.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here