Virgin Orbit lancerà i suoi satelliti a bordo di un Boeing 747 modificato

0
341

Virgin Orbit lancerà i suoi satelliti a bordo di un Boeing 747 modificato. L’idea folle della compagnia di Richard Branson punta a rivoluzionare il modo in cui verranno lanciati in orbita i satelliti. 

Virgin Orbit
Virgin Orbit

Da una parte Virgin Galactic, che porterà i primi turisti spaziali in orbita intorno alla Terra. Dall’altra Virgin Orbit, altra costola della compagnia di Richard Brenson che tenterà un colpo tanto folle quanto l’idea di portare comuni mortali tra le stelle. La prima fase demo è conclusa e l’obbiettivo è trasportare i satelliti a mezz’aria oltre l’atmosfera in una modalità tutta nuova. La prossima missione sarà lanciare sei piccoli satelliti per tre diversi clienti entro la fine di giugno 2021.

POTREBBE INTERESSARTI –> Virgin Galactic, turisti nello spazio? Aspettiamo il 2022

Virgin Orbit: “Faremo qualcosa di fuori dall’ordinario”

Virgin Orbit
Cosmic Girl e sotto la sua ala, LauncherOne (from twitter.com/Virgin_Orbit)

Tubular Bells, una missione che prende il nome dell’omonimo album di Mike Oldfield pubblicato nel 1973 da Virgin Records. Si tratta del primo disco pubblicato dalla compagnia del miliardario Brenson e, come affermato dall’azienda in un comunicato, che farà qualcosa di “fuori dall’ordinario” come l’album di Oldfield.

Nel dettaglio, la compagnia sfrutterà un metodo rivoluzionario per il lancio dei satelliti. Per farlo si procurerà un Boeing 747 modificato per l’occasione, che verrà sollevato in aria con il carico ad una altitudine tale da consentire un secondo lancio. Una volta lasciato cadere il razzo, quest’ultimo si accenderà automaticamente, iniziando il suo viaggio in orbita grazie ai suoi due motori.

Non si tratta di una primissima volta per la compagnia Virgin Orbit. Già nel mese di gennaio era stata sperimentata la nuova modalità, riuscendo nell’impresa di lanciare un razzo satellitare in orbita grazie al LauncherOne. Questa volta però a bordo del Boeing saranno presenti due clienti tra cui la Royal Netherlands Air Force e SatRevolution. Insieme ad essi il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, per assistere a quella si prospetta essere una pietra miliare nel lancio dei satelliti in orbita.

POTREBBE INTERESSARTI –> Starship SN 15, flight test perfetto: giornata storica per SpaceX – VIDEO 

Non resta che attendere il comunicato ufficiale in cui la società confermerà giorno e ora del lancio, che verrà inoltre trasmetto in diretta streaming in tutto il mondo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here