Trent’anni fa nasceva una grande rivoluzione dell’informatica: Linux il software libero e per tutti

0
217

Buon compleanno Linux. Il Pinguino Sorridente più famoso del mondo festeggia i 30 anni. Tanto è passato da quando uno studente di informatica finlandese postava sulla piattaforma Usenet l’annuncio di aver creato un nuovo sistema operativo, i cui ‘derivati’ oggi sono ovunque, dai supercomputer al rover appena lanciato su Marte.

Linux, il sistema operativo festeggia i 30 anni (Adobe Stock)
Linux, il sistema operativo festeggia i 30 anni (Adobe Stock)

Linus Benedict Torvalds ci fece impostò la tesi, A Portable Operating System, senza sapere che il suo capolavoro stava andando ben oltre una laurea in informatica. “Sto creando un sistema operativo libero – scriveva Torvalds sulla piattaforma di utenti Usenet – è solo per hobby, non sarà niente di grande o professionale. Qualunque feedback sarà gradito”. Talmente gradito da diventare storia. Contemporanea.

Dalla prima versione del 1991 ad oggi: Linux meglio di Microsoft?

Linux, sono in molti a pensare che sia meglio di Microsoft (Adobe Stock)
Linux, sono in molti a pensare che sia meglio di Microsoft (Adobe Stock)

Linux era all’inizio un semplice emulatore di terminale, scritto in C e assembly, avviava e gestiva due thread: uno per mandare segnali alla porta seriale e uno per riceverli. Non aveva bisogno di appoggiarsi a un sistema operativo. Il primo vagito fu l’estensione dell’emulatore a file system. Poi si trasformò in un intero kernel in grado di gestire un sistema operativo. La prima versione del kernel Linux, la 0.01, fu pubblicata su Internet il 17 settembre 1991 e la seconda nell’ottobre dello stesso anno.

LEGGI ANCHE >>> Linux sui nuovi MacBook Apple M1? Il sogno di Torvalds

Sono passati 30 anni, quel programma libero e modificabile diventato prima sistema operativo, poi una famiglia di sistemi caratterizzati che adottò l’iconico Pinguino Sorridente (partorito nel 1996), è diventato grande, a tal punto che oggi, come riportato ufficialmente dalla Linux Foundation, il 100% dei supercomputer ne utilizza uno o i suoi derivati, così come il 95% dei cloud pubblici, il 70% degli smartphone (soprattutto quelli made in Android) e metà della aziende maggiori impegnate nell’uso della tecnologia blockchain. Oltre 19mila aziende usano Linux, che viene studiato e adattato da più di 235mila programmatori nel mondo. Nel luglio del 2011, per festeggiare i venti anni di Linux, Torvalds decise di rilasciare il kernel Linux, passando a un sistema di numerazione a 2 cifre e pubblicando la versione 3.0 del kernel. L’ultima release della serie 2.6 è stata la 2.6.39.

LEGGI ANCHE >>> Call Of Duty: Vanguard finalmente il trailer del gameplay tratto dalla campagna

Numerose le distribuzioni, completamente gratuite, sia l’utente privato e per le aziende. Esistono società (Red Hat, Canonical, SUSE e altre) che, dietro compenso, forniscono supporto tecnico e altri servizi per le proprie distribuzioni commerciali. A questo si aggiunge la possibilità di modificare il sistema migliorando in proprio il codice sorgente, fornito con la licenza GPL, e di distribuirlo liberamente e legalmente, sotto forma di nuove versioni.
Il dibattito sui vantaggi e svantaggi di Linux ha caratterizzato trenta anni di storia. Sono in molti a credere che Linux sia migliore: vuoi per la mancanza di virus, vuoi per la maggior velocità del sistema operativo. Grazie Linus Benedict Torvalds e buon compleanno piccolo grande Linux.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here