Il Metaverso non è frutto di Apple ma sarà questa a dominarlo: ecco il perché

0
596

Un’idea che Mark Zuckerberg vorrebbe apportare successivamente per il Metaverso è stata adottata anche da Apple, e forse potrebbe riuscire a fare anche di meglio la casa di Cupertino.

Il Metaverso non è frutto di Apple ma sarà questa a dominarlo: ecco il perché
Questa nuova tecnologia si spera che, un giorno, venga usata quanto gli smartphone – Computermagazine.it

Il Metaverso, come sappiamo, è stato concepito con l’intenzione di unire le varie aziende di tecnologia in un mondo virtuale dove potersi incontrare, lavorare e discutere senza un limite imposto. Alcune società si sono già mosse per poter avere completo accesso a questo progetto, come Microsoft e Google ad esempio.

LEGGI ANCHE: Se noti queste spese sul tuo conto corrente stai allerta: ti stanno facendo pagare di più

Pure Apple non ha voluto allontanarsi da questo programma tant’è che ha deciso di farne parte, seppur in un modo differente da come lo potremmo immaginare. Infatti, siamo venuti a sapere che, la Mela, stia lavorando da anni a degli occhiali costruiti appositamente per la realtà aumentata, come anche dei visori per un ipotetico universo virtuale.

Il nuovo progetto

Il Metaverso non è frutto di Apple ma sarà questa a dominarlo: ecco il perché
La realtà aumentata offre uno spazio infinito in cui poter vivere un’esperienza precisa – Computermagazine.it

A farci sapere questa notizia è l’analista esperto dei prodotti della Mela, ovvero Ming-Chi Kuo, il quale afferma che la compagnia stia lavorando da molto tempo su dei dispositivi simili a quelli di Meta e che, in futuro, potrebbero essere i migliori sulla piazza.

A tal proposito si esprime, dicendoci che: “Potenti come i Mac e indipendenti dagli iPhone perché qualora il prodotto verrà posizionato solo come accessorio per computer o smartphone, non beneficerà di una crescita globale“.

Quanto detto è dovuto al fatto che, secondo lui, i visori dovranno essere capaci di collegarsi ad internet, scaricare applicazioni o addirittura compiere molte altre azioni differenti senza dover avere un dispositivo Apple che li aiuti.

Ed ovviamente si tratta di una sfida vera e propria dal momento che la Mela abbia sempre prodotto i propri devices insieme, quindi, questa, sarebbe una delle poche volte in cui si ritroverebbe costretta ad escogitare una strategia diversa dal solito.

Alcune voci sostenevano che il prossimo visore sarebbe stato l’Apple Glass AR, probabilmente presentato entro il 2022. Tuttavia, dovremmo ricrederci dal momento che, la casa di Cupertino, sembra che abbia piani molto diversi rispetto a quello che pensavamo inizialmente.

LEGGI ANCHE: Studios di Cinecitta nuovo game hub per 10 start-up di videogames: chi ci sarà e con quali progetti?

L’obiettivo, come suggerisce l’analista, sarà quello di produrre occhiali meno invasivi, migliorati esteticamente e più economici rispetto ai tipici dispositivi della Mela. Ma ciò non vuol dire che dovranno essere poco prestanti: la potenza di calcolo e la capacità di funzionare in autonomia, ovviamente, dovranno essere efficienti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here