Apple ci mostra la funzione Tap To Pay, già utilizzabile negli USA

0
331

Nuovo servizio di pagamento contactless per Apple in vista: Tap to Pay. Si tratta di una funzione che sarà installata sugli iPhone a partire da iPhone X e che permetterà di effettuare pagamenti contactless tramite l’iPhone senza necessità di un POS esterno.

Apple Tap To Pay 20220517 tech
Apple Tap To Pay – Adobe Stock

La nuova funzione era stata annunciata lo scorso febbraio ma solo adesso è iniziata la fase di test nell’Apple Store del Visitor Center dell’Apple Park di Cupertino. La novità è stata annunciata al mondo tramite un video condiviso su Twitter e registrato proprio nel negozio di Apple a Cupertino in cui si vede una commessa accettare un pagamento digitale utilizzando solamente il suo iPhone X come POS.

Il bello è che non è stato necessario utilizzare un POS esterno per completare la transazione, come ad esempio succede con il servizio di SumUp, ma il tutto è avvenuto direttamente tra i due telefoni. In futuro poi è stato annunciato che i pagamenti, oltre che tra due telefoni compatibili, potranno essere effettuati tra un telefono e una carta, che sia di debito o di credito.

Tap to Pay, entro fine anno negli States in tutti gli Apple Store

Apple 20220517 cmag
Apple – Adobe Stock

Entro la fine dell’anno, è stato detto, il servizio Tap to Pay sarà disponibile ovunque negli Stati Uniti, in tutti gli Store Apple. E sarà possibile effettuare pagamenti con carte che fanno parte dei circuiti American Express, Visa e Mastercard.

Gli sviluppatori che intendono integrare Tap to Pay su iPhone potranno farlo nelle loro app iOS come ulteriore forma di pagamento insieme ad Apple Pay. In particolare, i due servizi sono intercorrelati in particolar modo sotto il punto di vista della sicurezza dei dati del cliente: sono infatti, questi dati, protetti dalla stessa tecnologia che rende le transazioni di Apple Pay più sicure che mai. Apple Pay è arrivato in Italia nel 2017 e da allora tutte le transazioni effettuate attraverso questo servizio sono crittografate con il Secure Element.

Questo servizio di sicurezza fa sì che Apple non venga mai a conoscenza di cosa viene acquistato e chi lo sta acquistando. In prima battuta, quando Apple ha annunciato il servizio, l’unica altra società che si è aggregata come partner è stata Stripe, a cui poi si è aggiunta la società olandese di elaborazione pagamenti Adyen, il che lascia presagire che in futuro questo servizio si estenderà anche ad altri Paesi nel resto del mondo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here