I videogiochi sono pericolosi? Forse, ma per questi scienziati non causano problemi mentali

0
150

Per tanti anni abbiamo pensato fortemente che i videogiochi potessero essere nocivi per tanti di noi, ma ora basta: uno studio ci rivela una verità assoluta in merito.

I videogiochi sono pericolosi? Per questi scienziati, causano problemi mentali e la risposta è SI
I giochi, forse, non fanno così male come si pensa – Computermagazine.it

Non tutti pensano che i videogiochi siano salutari

Lo sappiamo: i videogiochi sono sempre stati disprezzati dei genitori, preoccupati a vedere i loro figli passare tante ore davanti alla console. In tante occasioni le madri e papà attribuiscono o scaricano le colpe dei cattivi comportamenti dei propri figli ai titoli, invece di fermarsi di riflettere sui propri metodi genitoriali.

Sino a questo momento almeno, perché gli studi più noti hanno provato a far luce sulla relazione tra videogiochi e comportamento cognitivo, mettendo in mostra potenziali associazioni tra questi e un aumento di depressione, violenza e comportamenti aggressivi. Ma i meccanismi neurobiologici alla base non sono ancora stati compresi, nonostante le innumerevoli ricerche fatte al riguardo.

Gli scienziati, dunque, hanno passato in rassegna i dati relativi a sondaggi, test cognitivi e di imaging cerebrale. Tutti i dati sono drovenienti dall’Adolescent Brain Cognitive Development Study, nome completo di ABCD, cioè uno studio attualmente in corso supportato dalla NIDA, acronimo di National Institute on Drug Abuse, e da altri enti del National Institutes of Health.

L’ottima risposta agli esami scientifici

I videogiochi sono pericolosi? Per questi scienziati, causano problemi mentali e la risposta è SI
Lo studio è abbastanza chiaro al riguardo – Computermagazine.it

I bambini che hanno partecipato al progetto sono stati circa 2.000, e gli esiti non sono andati affatto male. Gli esperti hanno osservato che chi giocava ai videogiochi per tre o più ore al giorno presentava risultati migliori nei test relativi alle abilità cognitive. Come il controllo del comportamento impulsivo, la memorizzazione di informazioni e l’esecuzione dei compiti, rispetto a chi non ci avevano mai giocato prima.

Nora Volkow, direttrice del NIDA, ci dice in merito che: “Numerose ricerche hanno collegato i videogiochi ai problemi di salute mentale, ma quest’ultima suggerisce che potrebbero esserci anche benefici cognitivi associati a questo passatempo, che meritano ulteriori indagini”. Segue l’autore dello atudio Bader Chaarani, con un’ultima dichiarazione singolare al riguardo:

“Anche se non possiamo dire che giocare regolarmente ai videogiochi possa portare a prestazioni neurocognitive superiori, è una scoperta incoraggiante e dobbiamo continuare a indagare su questi bambini fino all’adolescenza e all’età adulta. Molti genitori oggi sono preoccupati per gli effetti dei videogiochi sulla salute e sullo sviluppo dei propri figli e, poiché questi giochi continuano ad aumentare tra i giovani, è fondamentale comprendere meglio l’impatto sia positivo che negativo che possono avere”.

🔴 Fonte: www.passionetecnologica.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here