App Magico per Apple Watch: trasforma la tv in Minority Report

0
453
Minority Report (Foto Repubblica)

Una nuova applicazione per gli Apple Watch potrebbe trasformare la vostra televisione in stile “Minority Report”. Per quei pochi di voi che non sanno di cosa stiamo parlando, facciamo riferimento ad uno dei film cult di Steven Spielberg, pellicola che uscì quasi 20 anni or sono, era il 2002, e in cui il protagonista era Tom Cruise; questi era in grado di manipolare a proprio piacimento i dati su appositi schermi piatti e trasparenti, con gesti che sono poi entrati nell’immaginario collettivo e che spesso e volentieri sono stati riproposti dai media. L’applicazione in questione permetterà quindi di controllare la propria Smart Tv semplicemente attraverso un gesto delle mani, vivendo quindi un’esperienza molto simile a quanto vistosi appunto in Minority Report. L’app è stata creata da Magico ed è attualmente in fase beta test, quindi, non è ancora nella sua versione finale; inoltre, come anticipato sopra, è associata ad Apple Watch, ed è scaricabile in maniera totalmente gratuita.

Minority Report (Foto Repubblica)

LEGGI ANCHE Apple AirPods Max disponibili su Amazon

APP MAGICO PER SMART WATCH APPLE: “SARETE DAVVERO FIGHI COME IN MINORITY REPORT”

Obiettivo degli sviluppatori dell’app, permettere agli utenti di dimenticarsi totalmente del telecomando (che a volte scompare fra cuscini e divano), utilizzando semplicemente le mani per cambiare canale, alzare il volume, spegnere o accendere la televisione, e tutti quei comandi che attuiamo appunto quando ci troviamo davanti ad uno schermo. Lo stesso Magico, nelle informazioni dell’App, scrive tra l’altro: “Gli utenti che sfrutteranno questa applicazioni saranno fighi quanto Tom Cruise in Minority Report”. L’applicazione al momento funziona con gli smart tv di casa Samsung e con i prodotti a marchio Roku. Inoltre, a breve dovrebbe essere compatibile anche con Amazon Fire TV. Insomma, un’applicazione decisamente interessante e nel contempo, smart, pensata appunto per semplificare la vita degli utenti. Tra l’altro qualcosa di simile si era già intravisto nel secondo capitolo di Ritorno al Futuro, in cui il il figlio di Marty McFly nel futuro, comunicava con la tv a gesti e a voce.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here