La novità per le aziende arriva da Lenovo: gli smart glasses AR ThinkReality A3

0
480

Stavolta Lenovo ha pensato in grande: gli smart glasses AR ThinReality A3, una soluzione multitasking per le aziende, pensati per lavorare efficacemente da remoto.

Smart glasses AR Lenovo
Smart glasses AR Lenovo

Il futuro, oramai, è basato sul lavoro in smartworking, dove ogni problema può essere risolto anche a distanza. L’applicazione dell’intelligenza artificiale risulta una delle priorità nelle società di tutte le tipologie, per poter accelerare i tempi di produzione e gestire il lavoro in modo corretto ed efficiente.

Lenovo ha pensato ad un modello di smart glasses ultra leggeri, i ThinkReality A3, ideati per ampliare l’accesso alle tecnologie smart ad un maggior numero di dipendenti e di attività.

POTREBBE INTERESSARTI –> Adobe Flash Player chiude per sempre: “Ciclo finito, disinstallatelo”

Gli smart glasses ThinkReality A3 di Lenovo

Smart glasses ThinkReality A3
Smart glasses ThinkReality A3

È necessario iniziare a lavorare con monitor virtuali personalizzati e visualizzazione 3D per rendere il lavoro smart e semplificare l’attività attraverso la realtà aumentata.

I ThinkReality AR possono essere collegati a un PC (PC Edition) oppure a smartphone Motorola selezionati (tutti quelli che usano piattaforme Snapdragon 800 e successive, o con funzionalità DisplayPort) tramite un cavo USB-C (Industrial Edition).

Sono comodi e facili da portare, come semplici occhiali da sole. Hanno una capacità immersiva, ma non isolano completamente dall’ambiente circostante. Basati su piattaforma Qualcomm Snapdragon XR1, i ThinkReality AR integrano display stereoscopici a 1080p e consentendo all’utente di visualizzare fino a 5 display virtuali.

Dotati di una videocamera RGB da 8MP consente di acquisire video e di gestire diverse attività da remoto. Le due le due camere fisheye, invece, abilitano la tecnologia di room-scale tracking.

Attività svolte con smart glasses ThinkReality A3
Attività svolte con smart glasses ThinkReality A3

Progettati due modelli, la PC Edition e Industrial Edition. Il primo si collega a un PC laptop o a una workstation portatile per consentire di attivare diversi monitor virtuali e di utilizzare software e applicazioni di Windows. Perfetti per alcuni settori quali finanza, architettura e ingegneria, ma anche per lavori in movimento, dove gli spazi e la privacy sono limitati.

POTREBBE INTERESSARTI –> Digital Cockpit di Samsung: uno schermo da 49” sulle auto del futuro

L’Industrial Edition, invece, è associabile a smartphone Motorola selezionati per svolgere attività a mani libere supportati da tecnologia AR. Questa versione è supportata dalla piattaforma software ThinkReality, che permette agli utenti business di costruire, implementare e gestire applicazioni e contenuti di mixed reality su scala globale.

Schermi virtuali
Schermi virtuali

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here