Elon Musk e Halo verso una collaborazione? Ecco cosa è successo

0
251
Elon Musk "chiama" Halo (Foto Cnn)
Elon Musk e l’amore per Halo (Foto Cnn)

Elon Musk e Halo, come mai sono in trends quest’oggi due argomenti che all’apparenza non sembrerebbero avere nulla in comune? Ora vi spieghiamo bene cosa è successo, con un breve riassunto. L’uomo più ricco al mondo ha pubblicato negli scorsi giorni un tweet a tema videoludico in cui ha spiegato di aver apprezzato molto Cyberpunk 2077 (con conseguente boom delle azioni di CD Projekt RED), specificando poi che l’unico gioco che fa girare sul suo PC è Halo, rispondendo semplicemente con un “Only Halo”. A questo punto è intervenuto il general manager della divisione marketing di Xbox, leggasi Aaron Greenberg, che ha “invitato” il numero uno di Tesla a collaborare. Questi ha infatti a sua volta pubblicato alcuni tweet in cui ha spiegato “Quindi ad un certo punto ci sarà una collaborazione tra Tesla e Halo? #Cybertruck #Warthog”, aggiungendo “Per essere chiaro, questa per me e tanti altri appassionati sarebbe una partnership da sogno. Se ti interessa l’idea, faccelo sapere e in futuro potrebbe accadere qualcosa, chi può dirlo?”.

LEGGI ANCHE L’effetto Musk fa volare il Bitcoin: +20% in meno di un’ora

ELON MUSK E HALO, PRONTA LA COLLABORAZIONE? IPOTESI DA NON ESCLUDERE

Ovviamente non vi è nulla di concreto in un’eventuale collaborazione fra Elon Musk, Tesla, Microsoft e Halo, ma conoscendo il visionario manager sudafricano, nulla è da lasciare al caso anche perchè il Cybertruck presentato negli scorsi mesi da Musk è un mezzo decisamente futuristico e che si presterebbe tranquillamente ad una modifica videoludica a tema appunto Halo, di conseguenza, mai dire mai. La cosa certa è che Elon Musk riesce sempre a catalizzare l’attenzione, come accaduto ad esempio ieri, quando ha svelato di aver impiantato un sistema Neuralink nel cervello di una scimmia per farla giocare ai videogame: “La scimmia è tranquilla, non ha comportamenti strani e anzi sembra divertirsi molto – ha detto – ora stiamo studiando come rimuoverlo se una persona non lo vuole più o è danneggiato”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here