Yahoo! scappa dalla Cina: altri Big seguono l’esempio di Microsoft

0
232

Dopo l’addio di Microsoft, ora anche Yahoo! ed Epic Games stanno valutando l’ipotesi di abbandonare il mercato cinese.

Yahoo Corporate Headquarters
Yahoo Inc. Photo by Adobe Stock

Non molti giorni fa, l’annuncio di Microsoft ha lasciato senza parole. Il clima ostile per le multinazionali americane inizia a diventare davvero insostenibile.

A causa del regime comunista, i profili e le dinamiche sui social sono sempre più nel mirino del Governo, rendendo inutile l’utilizzo delle piattaforme. Proprio a causa dei continui blocchi legati a giornalisti e attivisti, l’azienda di Bill Gates si è vista obbligata a chiudere Linkedin in Cina.

Il social network, inserito sul territorio cinese nel 2014, verso metà ottobre, ha postato una dichiarazione sul suo blog ufficiale, spiegando di non essere più in grado di affrontare un ambiente tanto impegnativo, dati i requisiti richiesti dal Governo.

In pochissimo tempo, la questione ha iniziato ad interessare anche altre aziende. Yahoo Inc. l’ha definito “ambiente commerciale e legale sempre più impegnativo”, come aveva raccontato Microsoft.

Ha annunciato, dunque, di ritirarsi dalla Cina a partire dal primo novembre. Al suo seguito, vediamo Epic Games, che ha comunicato le stesse intenzioni.

POTREBBE INTERESSARTI –> La id Software prepara un ritorno da sogno, ma non trapelano leaks: sarà Doom o Quake?

La chiusura di Yahoo! ed Epic Games in Cina

Yahoo! homepage
Piattaforma Yahoo! Photo by Adobe Stock

La società di David Filo e Jerry Yang ha dichiarato: “Yahoo rimane impegnata nei diritti dei nostri utenti e in un Internet libero e aperto. Ringraziamo i nostri utenti per il loro supporto”. Si tratta della seconda grande azienda tecnologica USA decisa a tagliare i ponti con la Cina, nel giro di poche settimane.

Già negli anni scorsi, l’azienda aveva avviato un processo di ridimensionamento delle proprie attività in loco, arrivando persino a chiudere la sede di Pechino. La questione del ritiro dalla Cina è puramente formale, visto che diversi servizi Yahoo ed il portale web sono già stati bloccati dal Great Firewall e sono disponibili solo attraverso VPN.

Nelle scorse ore, gli utenti che navigano sui siti web gestiti da Yahoo! come AOL.com, o siti di informazione come TechCrunch ed Engadget, hanno già ricevuto l’avviso che i servizi di Yahoo! non sono più accessibili dalla Cina continentale.

Epic Games
Logo Epic Games Photo by Adobe Stock

POTREBBE INTERESSARTI –> Coupons per sconti immediati su Amazon: ecco quelli di questa settimana

A seguire, Epic Games che ha comunicato la fine dell’esperienza cinese. A partire dal 15 novembre, infatti, chiuderà il server che ospita il gioco nel paese. Ciononostante, già da ieri, molti utenti non sono riusciti ad aprire un nuovo account. I fan dei videogames saranno enormemente delusi dalla decisione del colosso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here