PostePay continua la sua evoluzione: una novià che farà piacere a molti possessori della carta

0
458

Una nuova funzione disponibile per PostePay permetterà a tutti i suoi clienti di ricaricare la carta più facilmente. Ma in che modo?

PostePay continua la sua evoluzione: una novià che farà piacere a molti possessori della carta
PostePay è tra le maggiori applicazioni usate per quanto riguarda i bonifici – Computermagazine.it

Il nuovo servizio di Poste Italiane sarà decisamente troppo utile per coloro che usufruiscono continuamente dell’applicazione, motivo per cui crediamo che si rivelerà essere di vitale importanza per molti di noi.

LEGGI ANCHE: Arriva la batosta di fine anno: ora dovremmo fare molta più attenzione a quali dispositivi utilizziamo

Oltretutto, la gestione di queste attività a basso costo è estremamente utilizzata visto e considerato quello che abbia da offrire. Quindi, con queste premesse, ci conviene esplorare la funzionalità e vedere se ci potrà essere d’aiuto o meno.

Come usare l’impostazione

PostePay continua la sua evoluzione: una novià che farà piacere a molti possessori della carta
Il software esiste, ormai, da diversi anni, e con il tempo è diventato sempre più utilizzato – Computermagazine.it

Il servizio che potrà essere usato è PostePay Open, con il quale avremo la possibilità di ricaricare la carta utilizzando i conti correnti degli istituti bancari. Il servizio ha a che fare sia con la tessera Evolution che con quella Standard, fatta eccezione alle carte associate ad aziende o a Partita IVA.

Per poter usufruire di questa funzione sarà necessario scaricare l’app PostePay accendendo con le proprie credenziali e cliccando sul pulsante “ricarica da altri conti“, per poi sottoscrivere il contratto con cui utilizzare il servizio. Le banche abilitate al riguardo sono Intesa San Paolo, Unicredit, Fineco, Banco BPM, N26, Monte dei Paschi di Siena, Banca Sella, BPER, Revolut e ING.

Così facendo potremo ricaricare la carta dal proprio corrente tramite un bonifico standard oppure uno istantaneo, inoltre sarà necessario avere anche una FEA, cioè una firma elettronica avanzata attivabile durante la procedura.

Ciò che resta da fare, infine, sarà quello di scegliere una carta intestata su cui inserire i dati richiesti e lo strumento di pagamento. A quel punto basterà selezionare il nome della banca dove si ha il conto corrente e confermare il consenso alla visualizzazione delle informazioni.

LEGGI ANCHE: Ragazza scopre tradimento del partner con “Trova il mio iPhone”; le amiche la riprendono e diventa un TikTok virale

Insomma, questo nuovo metodo di ricarica potrebbe essere una vera e propria manna dal cielo per chiunque non abbia intenzione di uscire di casa per ricaricare la propria carta prepagata. E dal momento che sia molto facile da utilizzare questo servizio, sfruttare questa funzionalità non sarebbe una cattiva idea.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here