Provare la gravità della luna sulla Terra: arriva la camera sperimentale cinese

0
530

Non era mai stato condotto un esperimento del genere. Per la prima volta un gruppo di scienziati cinesi ha costruito un dispositivo in grado di testare la gravità della Luna. Ma sulla terra, attraverso l’utilizzo di una camera sperimentale.

Luna 20220119 cmag
Ora si può provare la gravità lunare – Adobe Stock

La struttura, già prevista per il lancio ufficiale proprio in questo 2022, sfrutta potenti campi magnetici all’interno di una camera, a vuoto, di due piedi di diametro (circa sessanta centimetri) capace di far scomparire la gravità.

Galeotto un esperimento per far levitare una rana. Tutto è nato da lì, un’autentica fonte di ispirazione per gli scienziati cinesi quella camera venuta in mente ad Andre Geim, un fisico dell’Università di Manchester nel Regno Unito che ha vinto il satirico Premio Ig Nobel nel 2000 per aver ideato un esperimento, capace di far galleggiare una rana con un magnete.

L’ambizioso programma cinese: una stazione al polo sud della luna

Superficie lunare 20220119 cmag
Scorcio di superficie lunare – Adobe Stock

La camera, che sarà riempita di rocce e polvere per imitare la superficie lunare che potrebbe mantenere condizioni di gravità così bassaper tutto il tempo che vuoi“, come ha spiegato Li Ruilin, ingegnere geotecnico presso la China University of Mining and Technology, in un’intervista al South China Morning Post.

I ricercatori cinesi hanno in programma di utilizzare l’innovativa struttura per testare la tecnologia in ambienti prolungati a bassa gravità, prima del suo sbarco sulla luna, dove la gravità è solo un sesto della sua forza sulla Terra. Ciò consentirà loro di appianare eventuali costose difficoltà tecniche, nonché di verificare se determinate strutture possono sopravvivere sulla superficie lunare, per valutare la fattibilità di un insediamento umano lì.

Alcuni esperimenti, come un test di impatto, richiedono solo pochi secondi nel simulatore“, continua Li Ruilin. “Ma altri, come il test di scorrimento, possono richiedere diversi giorni“. Un test di scorrimento misura quanto un materiale si deformerà a temperatura e stress costanti.

Il trucco della levitazione usato da Andre Geim e ora nella camera della luna artificiale cinese deriva da un effetto chiamato levitazione diamagnetica. Gli atomi sono costituiti da nuclei atomici e minuscoli elettroni che orbitano attorno a loro in piccoli anelli di corrente; queste correnti in movimento, a loro volta, inducono minuscoli campi magnetici.

Di solito, i campi magnetici orientati casualmente di tutti gli atomi in un oggetto, siano essi appartenenti a una goccia d’acqua o a una rana, si annullano e non si manifesta alcun magnetismo a livello materiale. Applicando un campo magnetico esterno a quegli atomi, tuttavia, tutto cambia.

LEGGI ANCHE >>> Microsoft fa spese e si compra Activision Blizzard: ora è ufficialmente parte di Xbox Games Studios

Gli elettroni modificheranno il loro movimento, producendo il proprio campo magnetico per opporsi al campo applicato. Se il magnete esterno è abbastanza forte, la forza magnetica di repulsione tra esso e il campo degli atomi aumenterà abbastanza da superare la gravità e far levitare l’oggetto, che si tratti di una tecnologia lunare avanzata o di un anfibio confuso, nell’aria.

LEGGI ANCHE >>> Apple presenterà un iPhone economico in due versioni: ecco specifiche e date di lancio secondo un noto insider

I test completati nella camera saranno utilizzati per informare il programma di esplorazione lunare cinese, che prende il nome dalla dea cinese della luna. Questa iniziativa include un programma molto più ampio e ambizioso da parte della Cina, che istituirà una ricerca lunare in una stazione al polo sud della luna, entro il 2029.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here