Tinder introduce una nuova funzione: ecco Blind Date per un match al buio

0
400

L’applicazione di dating più famosa che ci sia ha appena lanciato una funzione molto utile per tutti coloro che tendono ad usare continuamente il servizio. Che cosa ci permetterà di fare? Scopriamolo subito.

Tinder introduce una nuova funzione: ecco Blind Date per un match al buio
L’app di Tinder è la più gettonata per gli appuntamenti – Computermagazine.it

Di novità su Tinder ne abbiamo viste alcune nel corso dello scorso anno, e con molta probabilità ne vedremo altre anche in questo per l’appunto. Tuttavia, non possiamo non ammettere l’evidenza: questa volta crediamo che si siano superati in tutto e per tutto, difatti gli sviluppatori hanno voluto introdurre una funzione a dir poco innovativa.

Parliamo di vero e proprio appuntamento al buio, ma in questo caso virtuale. Chi avrebbe mai detto che sarebbero riusciti a dare vita ad una impostazione del genere prima o poi? Certamente è interessante, motivo per cui parlarne potrebbe essere una buona idea.

La nuova funzionalità di Tinder

Tinder introduce una nuova funzione: ecco Blind Date per un match al buio
Secondo molti può essere una esperienza unica usarla – Computermagazine.it

La sezione in questione prende il nome di Blind Date, la quale permetterà agli utenti di parlare con la persona scelta senza conoscere il suo aspetto fisico. Ovviamente ci sono alcuni criteri da rispettare prima di poter accedere a questa categoria, cosicché ci sia anche modo per gli utenti di avvicinarsi di più tra loro.

Verranno fatte alcune domande relative alla propria personalità e agli interessi, quindi si cercherà di trovare le persone con i tratti affini per poter dialogare senza poter visualizzare la foto dell’account. Quando scadrà il timer i due potranno decidere se fare match e proseguire la conversazione, scoprendo, in seguito, il reale aspetto del proprio interlocutore.

Potrebbe sembrare una funzionalità abbastanza inutile, ma, in realtà, è molto più importante di qualche sembra. Solitamente chi usa Tinder ovviamente utilizza come parametro di riferimento una immagine del profilo, per poi trarre le proprie conclusioni e scegliere se avviare una conversazione o meno.

Tuttavia, la società ha rivelato che effettuare questa sperimentazione ha portato a dei risultati notevoli: gli utenti che hanno usato Blind Date sono riusciti ad ottenere il 40% dei match in più rispetto a chi usa l’app nel modo standard che conosciamo, inoltre gli sviluppatori hanno anche riscontrato un esito interessante.

Pare che l’impostazione sia stata maggiormente gradita dai giovani, i quali hanno ammesso che l’opzione permette di approfondire le conoscenze riguardo una specifica persona ancor prima di poterla giudicare dall’immagine, potendo stabilire un legame fin da subito. Questo, in sostanza, consente a tutti gli utenti di fare delle scelte migliori.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here