Stelle cadenti, a breve una pioggia da record: la più intensa dell’ultimo secolo

0
423

Un’intensa pioggia di stelle cadenti quasi da record, potrebbe verificarsi nei giorni che ci separano dalla fine del mese. Si tratta di un evento che ovviamente sta catalizzando l’attenzione degli addetti ai lavori di tutto il mondo e che potrebbe avvenire di preciso durante le sere del 30 e 31 maggio.

Stelle cadenti, 24/5/2022 - Computermagazine.it
Stelle cadenti, 24/5/2022 – Computermagazine.it

Tutto merito di una cometa che si è “divisa” nel 1995 e che si sta ancora frammentando: secondo la Nasa, l’agenzia spaziale degli Stati Uniti, altri “pezzi” di questa stella, potrebbero ricadere sulla Terra e stiamo parlando precisamente di Tau Herculidis, fra i migliori spettacoli meteorici dell’anno. Nel dettaglio, come scrive MeteoWeek, i frammenti fanno parte della cometa 73P/Schwassmann-Wachmann 3 (SW3), individuata nel 1930 dai due scienziati tedeschi che hanno poi dato il loro nome alla stessa stella.

Stelle cadenti, 24/5/2022 - Computermagazine.it
Stelle cadenti, 24/5/2022 – Computermagazine.it

STELLE CADENTI, IN ARRIVO UNO SPETTACOLO STRAORDINARIO

Nel 1995 gli astronomi avevano notato che la SW3 era apparsa ben 600 volte più luminosa rispetto al solito, e dopo ulteriori analisi era emerso che la stessa cometa si fosse frantumata in diversi pezzi, continuando quindi a dividersi con costanza. Bill Cooke, a capo del Meteoroid Environment Office della NASA, ha spiegato a riguardo: “questo sarà un evento da tutto o niente. Se i detriti di SW3 stessero viaggiando a più di 354km/h quando si sono separati dalla cometa, potremmo vedere una bella pioggia di meteore. Se i detriti avessero velocità di espulsione più lente, nulla raggiungerà la Terra e non ci saranno meteore da questa cometa”. Affinchè si verifichi la “tempesta meteoritica perfetta” sono necessarie tre diverse condizioni, a cominciare dal fatto che un gran numero di particelle venga espulso dal nucleo della cometa, e ciò sembrerebbe essere vero stando alle osservazioni degli astronomi.

Secondariamente è fondamentale che il materiale espulso venga spinto in avanti nella sua orbita “Poiché una cometa orbita attorno al sole ed espelle materiale – spiega a riguardo Meteoweek – supponiamo che le particelle vadano in tutte le direzioni. Quelle spinte all’indietro assumeranno una velocità inferiore e, governate dalle leggi di gravità, cadranno più vicine al sole. Quando sono più vicine al sole, accelereranno e col tempo, passeranno accanto alla cometa sulle loro orbite più piccole e la precederanno”. Infine è importante che il materiale venga espulso ad una velocità sufficientemente veloce da assumere questa nuova orbita e per farlo serve che “viaggino” ad almento 27 metri ogni secondo. Per osservare questa pioggia di stelle cadenti, bisognerà osservare il cielo alle ore 5:04 UTC del 31 maggio 2022, ma lo spettacolo dovrebbe essere visibile soprattutto nella due Americhe, nonché nell’Africa occidentale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here