Cina, in programma mega stazione orbitale per deviare l’enorme flusso di energia sulla Terra

0
159

La Cina punta a diventare sempre più la grande protagonista delle missioni spaziali, e si sposa alla perfezione con tale obiettivo l’ambizioso programma dell’agenzia spaziale di Pechino, la costruzione di una mega stazione orbitante con tanto di pannelli solari, di modo da veicolare l’energia dallo Spazio alla Terra.

Stazione solare Cina, 16/9/2022 - Computermagazine.it
Stazione solare Cina, 16/9/2022 – Computermagazine.it

E’ chiamata SSPS, acronimo di Space Solar Power Station, e permetterebbe alla Cina di avere un’enorme quantità di energia da sfruttare in più, cosa che non sembra affatto guastare vista la crisi energetica che stiamo vivendo. Il progetto è venuto alla luce per la prima volta l’anno scorso, nel 2021, e al momento è ancora sulla carta, visto che gli ingegneri e gli addetti ai lavori stanno valutando la fattibilità, nonché i limiti e gli effettivi benefici. In ogni caso, l’idea è reale e concreta e non è da escludere che nel giro di qualche anno possano partire i lavori. Uno studio pubblicato dalla Chinese Space Science and Technology ha evidenziato alcuni dettagli di questa mega stazione orbitante, a cominciare dalla possibile data di messa in orbita, leggasi il 2028, fra sei anni. Inizialmente la SSPS dovrebbe essere dotata di un numero limitato di pannelli solari, circa un quarto rispetto ai disegni emersi in rete, ma servirà per perfezionare i test della trasmissione senza fili, via microonde o laser, verso la Terra. Inoltre, avrà dimensioni ridotte, il che permetterà un lancio come se fosse un satellite standard, quindi senza alcun bisogno di un assemblaggio in orbita.

Stazione solare Cina, 16/9/2022 - Computermagazine.it
Stazione solare Cina, 16/9/2022 – Computermagazine.it

LA CINA PENSA AD UNA STAZIONE ORBITANTE “SOLARE”: ECCONE I DETTAGLI

Per quanto riguarda i dettagli tecnici, si parla invece di una potenza iniziale di 10 Kw e un voltaggio di 500 V, mentre il posizionamento sarà effettuato nell’orbita bassa terrestre, a 400 chilometri di altezza. Se l’esperimento dovesse andare a buon fine, nel 2030 la Cina potrebbe dare vita alla sua reale stazione orbitante, con un’antenna più grande, un laser a media potenza, la possibilità di generare fino a 100 kW e un 1 MW con voltaggio di 1 kV. Inoltre, la stazione verrà posizionata a 26mila chilometri di altezza, in orbita geostazionaria, e avrà una superficie di alcune decine di metri. Il progetto completo sarà comunque terminato solo nel 2035, se tutto andrà come previsto, e ciò significherà avere una stazione con un diametro superiore ai 100 metri, quanto la lunghezza di un campo da calcio, e una potenza da 10 MW e 2 kV fino a 5 kV.

🔴 FONTE: hwupgrade.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here