Neverware e CloudReady saranno presto proprietà di Google per riattivare vecchi PC

0
243

Google ha deciso di acquistare Neverware e, quindi, CloudReady, un sistema operativo basato su Chromium, che può ridar vita a vecchi dispositivi.

Google acquista Neverware
Google acquista Neverware

Una mossa astuta per il gigante di Mountain View. Con l’acquisto di Neverware, Google potrà prendere possesso dei computer abbandonati nello sgabuzzino. Un modo per “raggirare il mercato” e guadagnare clienti.

In effetti, tutti i vecchi Mac e PC che non ricevono più aggiornamenti e supporto ufficiale, potranno continuare ad operare attraverso il CloudReady. In questo modo, aumenterà anche la diffusione e la quota di mercato di Chrome OS.

CloudReady è un sistema operativo basato su Chromium, capace di eseguire quasi tutte le operazioni tramite server connessi ad Internet. In questo modo, il lavoro del processore e dell’hardware verrà alleggerito.

POTREBBE INTERESSARTI –> Estrazioni del 17 dicembre di Lotto Simbolotto SuperEnalotto e 10eLotto

CloudReady per i progetti di Google

CloudReady
CloudReady Photo by Neverware

Neverware ha annunciato il compimento dell’acquisizione tramite un post su Twitter. A quanto pare, i dipendenti della startup entreranno a far parte della divisione di Google dedicata a Chrome OS.

Il sistema di CloudReady è la soluzione giusta per il progetto di Google. Sono tanti gli utenti non disposti ad acquistare nuovi computer, perché già in possesso di device di ottime prestazioni, semplicemente un po’ datati.

Dopo un certo periodo di tempo, gli aggiornamenti per questi non sono più disponibili: è qui che entra in gioco il titano di Mountain View. Neverware sfrutta CloudReady per contratti destinati, soprattutto alle scuole (con 20 dollari all’anno di abbonamento) e ad alcune società per uso commerciale (49 dollari all’anno per computer).

Neverware propone, inoltre, anche una versione Home Edition di CloudReady, adatto all’uso domestico o personale, ed è gratuito ma non include il supporto tecnico.

POTREBBE INTERESSARTI –> Lg Gram 16 da record: “E’ il notebook più leggero al mondo”

CloudReady verrà incluso nell’offerta di Chrome OS, in modo che rilasci e aggiornamenti vengano unificati. Le due società hanno parlato anche di altre novità per gli utenti, ma saranno svelate in futuro.

Computer di vecchia generazione
Computer di vecchia generazione Foto di OpenClipart-Vectors da Pixabay

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here