SpaceX da SN9 in condotta? Gli indizi del prossimo lancio ci sono

0
221

Ci siamo. Quasi. SpaceX si sta preparando a lanciare l’ultimo prototipo della sua astronave Starship, a migliaia di piedi per poi farla atterrare dolcemente a terra.

SpaceX (SpaceX)
SpaceX (SpaceX)

SpaceX, “diminutivo” di Space Exploration Technologies Corporation, è un’azienda aerospaziale statunitense con sede a Hawthorne, USA, costituita nel 2002 da Elon Musk con l’obiettivo di creare le tecnologie per ridurre i costi dell’accesso allo spazio.

Più che un sogno nel cassetto, l’imprenditore sudafricano con cittadinanza canadese naturalizzato statunitense, ha un obiettivo dichiarato: il suo piano finale è quello di costruire 1.000 astronavi che trasporteranno abbastanza persone e merci su Marte, per costruire lì una città indipendente e autosufficiente.

SpaceX e il prototipo SN9 dell’astronave di prossima generazione Starship

Welcome to Mars (Adobe Stock)
Welcome to Mars (Adobe Stock)

L’ultima creazione di Space X è una manovra tanto complessa quanto affascinante: riaccendendo i motori del razzo mentre precipita verso la Terra, giusto in tempo per girarlo in posizione verticale, rallentare la sua caduta e appoggiarlo con fermezza su una piattaforma. Una manovra mai provata finora.

LEGGI ANCHE >>> Social network nel mondo: il globo si divide in tre aree

SpaceX ha lanciato per la prima volta un prototipo di astronave di questo tipo lo scorso dicembre. Starship n. 8, o più semplicemente SN8, ha ruggito a decine di migliaia di piedi sopra le strutture in espansione della compagnia, in Texas, a Boca Chica.

LEGGI ANCHE >>> Trump: Mac Pro in regalo da Tim Cook, perché?

SN8 ha inclinato il suo muso in avanti: spento i motori, ha iniziato a precipitare, in caduta libero. Nella prossimità del suolo ha riacceso nuovamente i motori per ribaltarsi in posizione verticale e rallentare la discesa.

Durante l’atterraggio, però, c’è stato un problema che ha fatto distruggere l’intera astronave una volta atterrata. La bassa pressione in un serbatoio di propellente, infatti, fece in modo che l’astronave cadesse troppo velocemente al suolo, sbattendo contro la piattaforma di atterraggio ed esplodendo.

Da qui l’esigenza di testare e testare il suo prototipo SN9 dell’astronave di prossima generazione Starship. Superati i problemi legati a due dei suoi motori, SpaceX sarebbe pronta. Nessuna ufficialità, ma l’indizio dato dal giudice della contea di Cameron – che ha emesso avvisi di chiusura stradale di Boca Chica lunedì, martedì e mercoledì dalle 8 alle 17 – potrebbe rappresentare una prova.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here