A partire da marzo, cambieranno le etichette relative alle classi energetiche degli elettrodomestici

0
382

Una decisione della Commissione Europea che renderà più semplice la lettura delle etichette relative alle classi energetiche degli elettrodomestici.

Livelli consumo
Classe energetica

Un elemento sul quale ci soffermiamo sempre con molta attenzione è proprio la classe energetica dell’apparecchio o elettrodomestico che andremo ad acquistare. Che sia A++ o, meglio ancora, A+++, così i consumi saranno meno elevati.

Ma dal mese prossimo non troveremo le +, semplicemente lettere dalla A alla G, secondo la scala utilizzata in passato. Lo ha stabilito la Commissione Europea, che ha voluto reintrodurre la vecchia classificazione delle classi energetiche per rendere la selezione meno complessa.

Ritorno alla vecchia scala energetica per le etichette degli elettrodomestici

Classe energetica
Etichetta elettrodomestici

Frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie e display elettronici avranno le nuove etichette dal 1º marzo, mentre le lampade dal 1º settembre. Il ritorno alla scala A – G porterà ad una migliore differenziazione tra i prodotti. In effetti, l’attuale classificazione mette tutte le apparecchiature sullo stesso livello, rendendo difficile la distinzione tra i livelli di consumo. In pratica, molto spesso, sembra non ci sia una reale differenza tra A++ e A+++.

La nuova scala sarà anche utile all’introduzione di nuove e più efficienti tecnologie. Di conseguenza, le attuali apparecchiature occuperanno le classi medie per lasciare le più alte (come A, B e C) alla tecnologia moderna.

Ciò significa che una lavatrice che ora è A+++ diventerà C e un frigorifero A++ sarà E, ma la capacità di consumo resterà la stessa.

Lettura nuova etichetta
Nuova classificazione energetica

Altra novità riguarda la presenza di un codice QR su ogni etichetta, nell’angolo in alto a destra: in questo modo, i consumatori potranno scansionarlo e reperire tutte le informazioni utili e dettagliate sul prodotto interessato. Tali informazioni sono contenute nel Registro Europeo chiamato EPREL.

Questo database consentirà alle autorità nazionali di vigilanza del mercato di verificare che i prodotti siano conformi ai requisiti in materia di efficienza energetica e che le informazioni sull’etichetta siano corrette.

Alcune tra le nuove etichette potranno contenere anche altre icone che daranno ulteriori informazioni sul livello di rumore o il consumo d’acqua, oppure capacità e dimensioni del prodotto.

L’obiettivo primario dell’UE è quello di migliorare sempre più l’efficienza energetica cercando di rispettare i requisiti minimi di “progettazione ecocompatibile”. Il fine ultimo è riuscire, gradualmente, ad abbandonare i combustibili fossili e raggiungere la neutralità climatica entro il 2050.

Scala A-G
Scala energetica A-G

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here