YouTube per Android, il 4K anche sugli smartphone con display a bassa risoluzione

0
222

Un interessante cambiamento nell’applicazione YouTube per Android. Ora consente ad alcuni utenti di riprodurre video con risoluzione fino a 4K a 60 FPS con HDR, su dispositivi con display a bassa risoluzione.

Youtube, il paradiso dei video. Anche in 4K (Adobe Stock)
Youtube, il paradiso dei video. Anche in 4K (Adobe Stock)

La nuova funzionalità è apparentemente un aggiornamento lato server, rivela gsmarena.com, in quanto bisogna utilizzare la versione 15.05.35 dell’app YouTube e, non l’ultima, la build 15.06.35 rilasciata lo scorso 13 febbraio.

L’anno scorso l’applicazione YouTube per iOS ha ottenuto anche la riproduzione 4K – in concomitanza con il lancio di iOS 14 – ora tocca all’app YouTube per Android.

YouTube per Android per riproduzione in 4K: alcuni test

Youtube, riproduzione in 4K anche per Android (Adobe Stock)
Youtube, riproduzione in 4K anche per Android (Adobe Stock)

I test di gsmarena sono stati effettuati con un Galaxy S10e, e la riproduzione a 2160p ha funzionato bene, anche se utilizzando Galaxy Tab S5e la riproduzione ha subito un forte peggioramento: fotogrammi tagliati, una sorta di presentazione anziché una riproduzione video.

LEGGI ANCHE >>> Google, Facebook, Twitter: al confronto col Congresso degli Stati Uniti

Da capire la risposta dell’app YouTube per Android con risoluzione fino a 4K su altri dispositivi: su schermi di smartphone FHD + più piccoli, altro esempio, i video 2160p sembrano notevolmente più nitidi con meno compressione a causa del bitrate più elevato.

LEGGI ANCHE >>> È disponibile il nuovo layout schede di Google Chrome per smartphone in stile Windows 10

Il 4K (chiamato dalla Blu-ray Disc Association anche Ultra HD) è uno standard per la risoluzione della televisione digitale, del cinema digitale e della computer grafica.

Il nome “4K” (4 mila), indica l’approssimazione della sua risoluzione orizzontale, pari a 4096 o 3840 pixel.

Il fatto che il nome richiami la risoluzione orizzontale è l’esatto contrario di quanto fatto per i suoi predecessori: il 720p e il 1080p erano così stati denominati per indicare il numero esatto di pixel sull’asse verticale, in analogia alle trasmissioni analogiche per le quali veniva indicato il numero di righe tracciate sul cinescopio.

YouTube utilizza un sistema che comprime automaticamente i video caricati dagli utenti, in modo che siano sempre compatibili con la piattaforma. Non solo.

Genera diverse versioni dei video a più risoluzioni, in modo da offrire un contenuto agevolmente visibile su tutti dispositivi. Ora il 4K nei dispositivi con display a bassa risoluzione: da capire se l’applicazione verrà ulteriormente migliorata e riguarderà il maggior numero di dispositivi esistenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here