Campioni di sperma sulla Luna, da cosa nasce l’idea di alcuni scienziati

0
302

Alcuni scienziati stanno studiando la possibilità di lanciare sulla Luna 6,7 milioni di campioni di sperma per ripopolare altri pianeti qualora la Terra diventasse inospitale

Campioni di sperma sulla Luna
Campioni di sperma sulla Luna (Pixabay)

Secondo quanto riferito dal New York Post, alcuni scienziati starebbero riflettendo su una serie di piani per il ripopolamento della specie qualora la Terra non dovesse più essere in condizioni di ospitare la vita in futuro. A tal proposito, l’ipotesi che sta rimbalzando nelle ultime ore è quella di inviare sulla Luna un deposito di 6,7 milioni di spermatozoi di specie terrestri, tra cui gli esseri umani.

POTREBBE INTERESSARTI-> Il miglior hard disk sul mercato, il SanDisk Extreme PRO da 500GB è in super offerta Amazon

Campioni di sperma sulla Luna, i dettagli del fantomatico progetto

Campioni di sperma sulla Luna
Campioni di sperma sulla Luna (Pixabay)

Alla base del progetto ci sarebbe Jekan Thanga, il quale sostiene che molte piante ed animali sono in serio pericolo per il fatto di vivere in un mondo con un equilibrio fragile. Quest’ultimo, ammette, è “dovuto all’attività umana e ad altri fattori che non comprendiamo completamente”. Ad ogni modo, questa sembra l’unica via per ora “per salvarle fino a quando la tecnologia non avanza. Poi le reintrodurremo”.

POTREBBE INTERESSARTI-> Vaccini anti Covid-19: AstraZeneca, sospensione precauzionale in Italia

La cosiddetta ‘arca’, dislocata in diversi pozzi lunari, dovrebbe criogenicamente preservare le specie in caso di un disastro globale. La tecnica suggerita da Thanga è quella della levitazione quantistica, che consentirebbe ai campioni di essere bloccati senza danneggiare le strutture metalliche intorno ad essi. Ma sapete, spostando il discorso sul piano logistico, quanti razzi servirebbero per un’operazione del genere? Ben 250. Insomma, un progetto colossale che con la tecnologia di oggi sembra abbastanza complesso da realizzare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here