Apple M2: ci siamo, entra in produzione la seconda generazione di SoC Apple

0
287

Apple M2: ci siamo. I nuovi processori appartenenti alla famiglia Apple Silicon, prodotti e distribuiti da Apple, sono entrati in produzione. Alimenteranno i nuovi MacBook Pro e usciranno in concomitanza con gli stessi. 

Apple M2
Le specifiche tecniche di Apple M1

Sembra ieri il giorno in cui Apple ha presentato al mondo i suoi nuovi processori M1, basati su SoC e approdati sui MacBook Pro, Air e Mini di nuova generazione. Il processore ha soppiantato Intel da uno strapotere che è perdurato diversi anni e per diverse generazioni di computer made in Apple. Con l’arrivo di M1 Apple non solo ha invertito il paradigma di produttività e funzionamento dei suoi dispositivi, ma ha alzato di molto l’asticella delle prestazioni.

POTREBBE INTERESSARTI –> Apple M1 ha la migliore GPU integrata in commercio

Apple M2: cosa aspettarsi dal nuovo potentissimo processore

Apple M2
Apple M2

Proprio sulla base di queste premesse non possiamo far altro che essere particolarmente entusiasti all’idea che la mela sia già al lavoro su una seconda generazione di SoC Apple Silicon, M2. Ancora in molti pensano che sia presto per un 2 dopo la “M”, con ipotesi sul nome che vanno nella direzione di M1X. Fatto sta che il nuovo processore vedrà presto la luce e che sarà presente sui prossimi computer di Apple dedicati alla fascia professionale.

Ciò detto la produzione è partita, ma per vedere disponibili i nuovi processori dovremo attendere ancora qualche mese. Alcuni parlano di luglio come data più ottimistica, successivamente alla WWDC21 di giugno che potrebbe avere, tra i protagonisti, proprio i Mac con Apple M2 o M1X.

Saranno ancora i 5 nanometri di ultima generazione il processo produttivo per i nuovi processori della mela che, come avviene per i SoC di iPhone ed iPad, verrano prodotti negli stabilimenti del colosso TSMC. Seppure le informazioni sulle specifiche tecniche siano limitate se non addirittura assenti, possiamo aspettarci un ulteriore boost prestazione del già ottimo M1. 32 i core di calcolo che M2 potrà vantare e che verranno sguinzagliati sulle macchine più potenti della line-up Apple.

POTREBBE INTERESSARTI –> Apple: iOS 14.5 punta tutto sulla privacy, ecco come attivare la funzione anti-tracciamento

Si parla infatti di MacBook Pro con design rinnovato, quindi niente Touch Bar e con dotazione di porte maggiore – tra cui lettore di schede SD e HDMI. Due i modelli attesi che vanteranno un refresh estetico e non solo: il 16 pollici, già ampiamente apprezzato dagli utenti con chip Intel, ma soprattutto la novità assoluta da 14 pollici, che sostituirà il modello da 13 pollici uscito nel 2016.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here