TikTok, Zhang Yiming non è più il Ceo della controllante ByteDance

0
435

TikTok, cambio al vertice: il fondatore di ByteDance, Zhang Yiming, lascia la carica di Ceo: “Non sono un buon manager”.

TikTok Zhang Yiming, fondatore ed ex Ceo di ByteDance
Zhang Yiming, fondatore ed ex Ceo di ByteDance (bytedance.com)

Zhang Yiming fa un passo indietro e si dimette da Ceo di ByteDance, società fondata da lui stesso nel 2012 e controllante di TikTok dal 2016. A prendere il suo posto sarà Liang Rubo, fino a oggi numero uno delle risorse umane del gigante tecnologico cinese. Alla base della decisione del 38enne multimiliardario di Longyan non ci sarebbe nient’altro che la volontà di cambiare ruolo.

Annunciando il passo indietro dalla carica occupata sin dalla nascita della società, Zhang ha voluto rassicurare gli oltre 100 mila dipendenti della multinazionale sulla stima che ripone nel suo successore: “Per me Liang è stato un partner dal valore inestimabile“. La notizia è stata diffusa dall’agenzia anglo-tedesca Reuters, citando una nota in cui il dirigente ha spiegato di volere assumere un ruolo di analisi e pianificazione, evitando di gestire in prima persona le risorse umane.

TikTok, Zhang Yiming fa un passo indietro: “Mi occuperò di stategia”

TikTok (Adobe Stock)
TikTok (Adobe Stock)

“Non sono il manager ideale”, ha scritto Zhang nel suo messaggio, spiegando che nei prossimi sei mesi sarà occupato al fianco di Liang per assicurare una transizione il più possibile tranquilla. “La verità – ha confessato – è che non ho le qualità necessarie per gestire le persone. Il mio interesse, in realtà, è l’analisi del mercato e dell’azienda. Sono bravo a sviluppare strategie e possibili scenari futuri, ma non sono un manager in prima persona”.

TI POTREBBE INTERESSARE—>TikTok, Garante avvisa: “Fatto ancora troppo poco per gli under 13”

La svolta arriva a circa un mese dalla rinuncia di ByteDance alla quotazione in borsa. L’attesissima offerta pubblica d’acquisto era stata pianificata da tempo, ma le tensioni tra USA e Cina hanno convinto i piani alti dell’azienda a lasciare il progetto in cantiere, almeno per il momento. L’elezione alla Casa Bianca di Joe Biden ha certamente rilassato i rapporti rispetto all’era Trump, quando l’allora presidente degli Stati Uniti aveva tacciato di spionaggio una lunga lista di aziende cinesi e spingeva perché ByteDance vendesse TikTok a imprenditori americani.

LEGGI ANCHE>>>App più scaricate: TikTok e Facebook re indiscussi delle classifiche

Non è dato sapere se questi aspetti abbiano o meno influito sulle dimissioni di Zhang Yiming, che sin dal primo momento ha lavorato per portare le attività al di fuori della Grande Muraglia: “In Cina avremmo accesso solo a un quinto degli utenti di internet – diceva -. Non abbiamo altra opzione che puntare sul mercato globale“.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here