Amante delle foto e dei video in ogni dove? Col nuovo DJI OM5 ti esprimi al top utilizzando il tuo smartphone

0
218

DJI OM 5, il gimbal con selfie stick integrato arriva l’8 settembre secondo le ultime indiscrezioni rilasciate

DJI OM 5, pronto per l’uscita – MeteoWeek.com

Secondo alcune fonti attendibili, DJI annuncerà a breve un nuovo prodotto, il prossimo mercoledì 8 settembre alle 15:00, ora italiana. Le poche fonti che ha rilasciato il brand però, su sito ufficiale e social media, non ci dicono granché sul prodotto: Una semplice immagine con un 5. Abbiamo ipotizzato allora che il “5” che compare nell’immagine condivisa in rete dall’azienda sia riferito al fatto che è in arrivo una quinta generazione. O non si spiega questo numero applicato all’immagine.Cosa allora se non l’erede di OM 4, il gimbal tanto amato dalla rete? I rumor sembrano confermare alcune teorie che giravano in rete già da un po’: è WinFuture infatti a svelare in anticipo immagini e specifiche tecniche proprio di DJI OM 5, gimbal che, sempre secondo queste fonti, avrà una particolarità in più.

LEGGI ANCHE>>> Poparazzi social rivoluzionario: niente selfie, solo foto scattate da amici

DJI OM 5 e quel piccolo dettaglio molto particolare che lo rende unico ancor prima di uscire

Come dicevamo in apertura, sembrerebbe che questo selfie stick avrà una particolarità rispetto ai classici. Sia chiaro, non avendo ancora informazioni dirette dall’azienda, queste sono supposizioni dal web che però sembrano essere molto attendibili. Sembrerebbe infatti che DJI integri, anche in questa generazione, il supporto magnetico per lo smartphone che già abbiamo visto su OM 4 e che ha reso molto più semplice scattare una foto, così come è ancora presente il comodissimo treppiede pieghevole che consente di poggiare il gimbal su una superficie piana e non più improvvisando un supporto quando ci scattiamo da soli le foto (non mentite, abbiamo tutti usato metodi fuori dal comune per centrare appieno la foto!) .Utile per i selfie, certo, ma anche per quando serve il massimo della stabilizzazione (scatti notturni, ad esempio, alla luna e alle costellazioni).

LEGGI ANCHE>>> Samsung presenta il nuovo A52s 5G, una evoluzione che nasconde un mostro di potenza

La presenza del selfie stick, forse l’invenzione più comoda da quando uscivano i primi selfie stick venduti a 5 euro, ha tuttavia portato DJI a fare una grande rinuncia, che inevitabilmente ricadrà sull’utente nell’uso quotidiano del dispositivo, in quanto questa rinuncia si farà sentire: la batteria è stata ridotta per fare spazio all’asta telescopica.  Sì, per avere un selfie stick di tutto livello, ha dovuto rimetterci la batteria. A quanto pare, l’autonomia è di sole 6 ore e 20 minuti, decisamente meno rispetto alle 15 ore di OM 4  a cui siamo abituati (“in condizioni ideali con il gimbal completamente bilanciato” fanno sapere dall’azienda). Certo, poco più di 6 ore sono ancora sufficienti per un utilizzo classico, se occupate più di 6 ore delle foto allora siete dei pro, questo va detto, nonostante le 15 dell’OM 4 facessero comodo. Resta però una buona notizia: calando la capacità della batteria, i tempi di ricarica si sono ridotti da 2,5 ore di OM 4 a 1,5 ore di OM 5. E tutto questo alla modica cifra di, si dice, 159 euro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here