Robe da pazzi: un ragazzo usa un cavo USB per misurare… il pene, subito all’ospedale

0
318

Un esperimento scioccante, o forse qualcos’altro, fatto sta che un ragazzo ha deciso di infilarsi nell’uretra, nel pene, un cavo USB, per provare a misurarne la lunghezza. Ovviamente l’azione ha causato alcuni danni all’organo riproduttore dello stesso ragazzo, che è finito in ospedale.

Cavo usb nel pene (Foto Fanpage)
Cavo usb nel pene: i dettagli (Foto Fanpage)

Il giovane curioso, un ragazzo di soli 15 anni che è stato successivamente ricoverato in ospedale dove i medici sono stati costretti ad un intervento chirurgico d’urgenza per rimuovere il corpo estraneo. Il cavo è stato successivamente estratto ed ora il giovane sta bene, ma il caso non è passato di certo inosservato e la notizia ha fatto il giro del web nel giro di pochi giorni.

Cavo usb nel pene: esperimento choc
Cavo usb nel pene: esperimento choc di un 15enne

CAVO USB PER MISURARE IL PENE: L’ESPERIMENTO FINISCE IN OSPEDALE

POTREBBE INTERESSARTI Una tastiera che vorrai subito comprare con display touch da 12,6″ e due USB-C: strumento definitivo per tutti i Pro

Come scritto da Fanpage l’episodio è accaduto di preciso nel Regno Unito, e lo University College Hospital di Londra ha redatto un resoconto completo che è stato poi pubblicato sulla rivista medica Urology Case Reports, ripreso a sua volte da Science Direct proprio per la sua particolarità. Subito dopo l’esperimento il giovane si è presentato presso l’ospedale a lui più vicino: durante l’atto il cavo usb si sarebbe annodato e avrebbe reso complesso l’obiettivo dello stesso giovane. Una volta visitato è stato trasferito immediatamente presso il reparto di urologia dell’University College Hospital londinsese. Il 15enne si era presentato in ospedale con la madre, ma quando è giunto nel nosocomio ha chiesto, nonostante la minore età, di poter essere visitato senza la presenza della donna. A quel punto ha svuotato il sacco, spiegando cosa era intenzionato a fare, quindi voler inserire il cavo nell’uretra per curiosità ma anche per misurare le sue dimensioni. Peccato però che, una volta inserito, il cavetto non voleva più uscire.

POTREBBE INTERESSARTI Cavi USB, rivoluzione di tipo C: supportano fino a 240W di potenza

Dopo una serie di tentativi il giovane ha iniziato a perdere sangue e di conseguenza, allarmato, si è recato al pronto soccorso. Inizialmente i medici hanno tentato un’operazione di uretrotomia non andata a buon fine, dopo di che è stata effettuata una seconda incisione che è fortunatamente riuscita nel suo intento. “Il paziente era un ragazzo adolescente – commenta ScienceDirect.com – accompagnato dalla madre e, quindi, inizialmente riluttante a fornire informazioni chiare sulle circostanze dell’inserimento. Non esisteva alcuna prova di disturbo psichiatrico e la “sperimentazione” nel contesto dell’autoerotismo è stata indicata come la causa dell’inserimento. Questo ha costituito un altro caso di curiosità sessuale sfociata in un’emergenza urologica impegnativa, gestita efficacemente con la chirurgia a cielo aperto e senza complicazioni a breve termine”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here