Telegram, l’update ha portato fantastiche migliorie e funzioni; ora saranno problemi per WhatsApp

4
481

Nuovo aggiornamento per quanto riguarda Telegram, una delle applicazioni di messaggistica più utilizzate al mondo, nonché storica rivale di WhatsApp. Lo scorso 3 novembre è stato rilasciato un nuovo update che ha permesso di modificare alcune funzioni e introdurne di nuove, novità che senza dubbio potrebbe creare qualche “grattacapo” all’applicazione di proprietà di Mark Zuckerberg.

Telegram ha aggiunto circa 214,7 milioni di installazioni solo nel primo semestre del 2021 (Adobe Stock)
Telegram ha aggiunto circa 214,7 milioni di installazioni solo nel primo semestre del 2021 (Adobe Stock)

Ma vediamo insieme alcune delle migliorie introdotte, a cominciare dall’aggiunta di una barra della data, trascinabile sia in alto che in basso, nella parte laterale dello schermo, e in cui vengono mostrati quali sono i media condivisi in una chat, come esempio, le foto, i video, le canzoni e in generale tutti i file.

Telegram, un servizio di messaggistica istantanea e broadcasting basato su cloud (Adobe Stock)
Telegram, un servizio di messaggistica istantanea e broadcasting basato su cloud (Adobe Stock)

NUOVO UPDATE DI TELEGRAM, ECCO TUTTE LE ULTIME NOVITA’

POTREBBE INTERESSARTI Telegram, ecco l’ultimo aggiornamento che spezza WhatsApp

Si tratta di uno strumento agevole e che permette di trovare più rapidamente quali siano i media condivisi in un determinato momento, anche attraverso la funzione calendario: ad ogni giorno dell’anno viene associato il file condiviso in chat. E’ inoltre possibile filtrare la ricerca, mostrando ad esempio solo le foto, solo i file musicali, solo i video, i documenti e via discorrendo, sempre per consentire una più rapida ricerca di quanto desiderato. Altra funzione introdotto è la richiesta di accesso a gruppi e canali Telegram. In questo caso si tratta di uno strumento che permette maggior controllo agli amministratori di gruppi e canali. L’admin può infatti spuntare l’opzione “Richiede l’approvazione“, che si trova nella sezione in cui si creano solitamente i link d’invito aggiuntivi per una chat. Così facendo l’amministratore di quel determinato gruppo deciderà a chi concedere l’accesso al suo canale. I link d’invito possono essere condivisi in privato o pubblicamente: l’utente che apre il link visiona poi un apposito pulsante che permette di inviare una richiesta di accesso.

POTREBBE INTERESSARTI Nuovo record per Telegram: ecco quante volte è stata installata sui dispositivi Android

L’admin del gruppo può gestire tale richiesta da una nuova barra che si trova nella parte superiore della chat, e in cui è anche possibile visionare le foto del profilo e la biografia di chi ha richiesto l’accesso, di modo da farsi una prima idea di chi sta chiedendo di poter entrare nel canale. Infine, sempre per quanto riguarda i link d’invito, è stata aggiunta anche la possibilità di attribuire ad ogni link creato, un nome univoco, subito riconoscibile, di modo che appunto chi li crea può catalogarli in maniera molto più organizzata di prima. Fra le altre novità introdotte vi segnaliamo anche la possibilità di condividere da ora in avanti la propria posizione con un altro utente, cliccando sull’apposita icona: su iOS mostrerà anche il tempo di viaggio per raggiungere quella posizione a piedi, in auto o con i mezzi pubblici. Per tutte le altre funzioni introdotte vi consigliamo di aggiornare Telegram e spulciare le nuove feature.

4 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here