11 Novembre, arriva il “Singles Day”: cos’è e chi partecipa all’iniziativa?

0
215

Non solo Black Friday e Cyber Monday: esiste anche il Singles Day, una giornata di sconti pazzesca in programma l’11 novembre e nata in Cina.

Dunque dall’Estremo Oriente arriva la nuova giornata dedicata alle super promozioni e sconti. Dopo essere stata confinata dentro la Cina per anni, oramai si sta sempre più diffondendo in tutto il mondo: del resto si tratta di un’ottima scusa per aumentare le vendite. La data dell’11 novembre dedicata ai single nasce nel 1993 ed il suo nome originale è Guanggun Jie. Di fatto è l’esatto contrario di San Valentino: mentre in questo si festeggia l’amore di coppia, nella data novembrina viene festeggiato chi invece vive da solo. Non è un caso che sia stata scelta proprio questa data, perché è composta da soli numeri 1: 11/11. In Asia vengono organizzate numerose feste vietate alle coppie.

In pochi anni si è trasformata in una festa commerciale, spinta dai giganti delle vendite come JingDong, TaoBao e Alibaba. Questa pioggia di offerte inizia ad arrivare già qualche giorno prima, per poi arrivare al suo culmine l’11 novembre e proseguire anche nei giorni successivi. Ovviamente per poter sfruttare queste occasioni vanno monitorati i siti di e-commerce cinesi, ma in alternativa è possibile sfruttare in maniera furba alcuni canali Telegram dove vengono pubblicate quotidianamente le migliori offerte disponibili.

Singles Day: come funziona e dove conviene comprare

LEGGI ANCHE: Stop al Canone Rai, niente più addebito sulla bolletta elettrica

Durante questi giorni c’è la possibilità di portare a casa componenti tecnologici a prezzi davvero bassi, ancora di più rispetto a quelli che già si possono trovare sui siti dell’enorme paese asiatico. Si tratta spesso di device in offertissima.

Ma dunque perché non approfittarne? Vanno ricordati però due aspetti importante. Il primo riguarda i tempi di consegna. Siti come Bangood, Aliexpress o Wish possono impiegare anche un mese per farvi arrivare la merce, perché spesso arriva proprio dalla Cina. Poi c’è il rebus delle spese doganali. In questo caso, per evirare il pagamento aggiuntivo di dazi, vanno scelte particolari metodi di spedizione, che però vengono consigliati dai siti stessi.

LEGGI ANCHE: Ultimo colpo di Quentin Tarantino: prodotti NFT con materiale inedito di Pulp Fiction

L’occasione è dunque ghiotta non solo per comprare quello di cui si è davvero necessità, ma anche per togliersi qualche curiosità per alcuni gadget tecnologici davvero curiosi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here