DuckDuckGo e la grande promessa: stop al tracciamento dati per Android

0
153

DuckDuckGo ha intenzione di introdurre una nuova funzione, sul proprio browser, che consentirebbe di impedire alle varie applicazioni di monitorare e tracciare i dati degli utenti. Questa funzione viene eseguita in background sul proprio dispositivo.

DuckDuckGo Logo
Finalmente si può dire addio al tracciamento dei dati grazie a DuckDuckGo

DuckDuck Go è un motore di ricerca creato da Gabriel Weinberg, anche noto per aver realizzato e venduto il social network The Names Database. Il browser è nato, non solo con lo scopo di aumentare i risultati tradizionali e di migliorare la pertinenza della ricerca, ma soprattutto ha come priorità tutelare la privacy degli utenti che lo utilizzano

Recentemente, DuckDuckGo ha annunciato la disponibilità della funzionalità App Tracking Protection per Android (attualmente è ancora in beta), che permetterebbe di impedire alle app del dispositivo il tracciamento online e la raccolta dei dati inviati a terze parti. C’è da aggiungere che la nuova funzione non verrà rilasciata come aggiornamento o come applicazione dedicata. Per chiunque volesse provare il nuovo strumento, quindi, dovrà scaricare il Browser tramite Play Store o anche tramite F-Droid e, successivamente, abilitare la funzionalità. Il nuovo tool funzionerà in background e agirà non soltanto sul browser ma sopra l’intero sistema del vostro dispositivo.

LEGGI ANCHE: Instagram verificherà gli utenti attraverso un video selfie: cosa succede se non accetti?

Come funziona il sistema pensato da DuckDuckGo:

DuckDuckGo Logo
DuckDuckGo Logo

Come ben sappiamo, circa il 96% delle applicazioni, sui nostri dispositivi, alla loro apertura attivano un sistema di tracciamento dati. Questo sistema di monitoraggio è adottato anche da grandi aziende come ad esempio Google e Facebook. Si tratta di un metodo utilizzato per raccogliere quanti più dati possibili al fine di ottenere un profilo ben dettagliato sull’utente e con lo scopo di vendere queste informazioni a terzi.

Il sistema pensato da DuckDuckGo agisce, come spiegato in precedenza, in background e viene eseguito automaticamente, bloccando le richieste di tracking da parte delle app installate sui propri smartphone Android. Tutto questo ovviamente sarà possibile soltanto con il consenso dato in precedenza dall’utente stesso. Il nuovo tool riconosce quando un’app sta per inviare dati a un tracker remoto di terze parti e quindi tenterà di impedire lo scambio di informazioni. Dopodiché, Attraverso il browser, l’utente avrà la possibilità di monitorare in tempo reale i tracker bloccati dallo strumento ricevendo dati e statistiche, compresa la tipologia di informazioni che sarebbero passate nelle mani di terzi.

LEGGI ANCHE: Cyber edays di eBay, con sconti fino al 70% fino al 5 Dicembre

Il team spiega anche che questo è solo un inizio e farà il possibile per mantenere aggiornata la nuova funzione e renderla sempre più efficiente, contribuendo a dare una maggiore protezione ai propri utenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here