Jabra Elite 7 ancora più performanti: ora disponibile il Google Assistant e la feature multidispositivo

0
337

Durante il CES 2022 non sono passati inosservati i nuovi auricolari di Jabra. Se cerchiamo un prodotto che possa attirarci soltanto con lo sguardo, e che sia in grado di offrire – allo stesso tempo – delle prestazioni notevoli, questi potrebbero essere fatti su misura per noi.

Jabra Elite 7 ancora più performanti: ora disponibile il Google Assistant e la feature multidispositivo
Ecco gli auricolari Jabra, molto semplici nel complesso ma abbastanza funzionali da poter essere applicati a qualunque dispositivo – Computermagazine.it

Abbiamo visto moltissimi prodotti durante il CES 2022, molti dei quali sembravano proprio che fossero di un altro mondo. Parliamo di dispositivi tremendamente avanzati dal punto di vista tecnologico, oltre che ben realizzati da quello del design.

E abbiamo una prova di quanto stiamo dicendo proprio adesso con i nuovi auricolari di una nota azienda, la quale li ha voluti presentare – forse – come possibili avversari degli AirPods di Apple. Ma dal momento che non sappiamo ancora le loro specifiche, ciò che ci chiediamo è questo: riuscirà a prevalere su di loro? Vediamo.

Scheda tecnica

Jabra Elite 7 ancora più performanti: ora disponibile il Google Assistant e la feature multidispositivo
Oltre ad offrire alcune impostazioni disponibili nella maggior parte degli auricolari, questi mettono a disposizione altre caratteristiche da non poco – Computermagazine.it

Si tratta degli auricolari TWS Jabra Elite 7 Active ed Elite 7 Pro, i quali hanno iniziato a ricevere il supporto alla connettività Bluetooth multipoint, il che vale a dire che sarà possibile collegare i dispositivi in due prodotti diversi allo stesso modo. L’aggiornamento firmware che introduce i nuovi contenuti, tra l’altro, è già in distribuzione, per cui non resta altro che scaricarlo.

Questi nuovi vantaggi per quanto riguarda la nuova connettività si notano soltanto in determinati scenari. Un esempio potrebbe essere che, nel momento in cui ascoltiamo la musica, arriva una telefonata; la musica a quel punto si interrompe per lasciarci rispondere all’istante. Comunque sia, seppur abbia una graduale diffusione nel settore, non è ancora una funzionalità molto utilizzata.

Sono presenti anche altre novità interessanti, come la funzione supporto multipoint, il miglioramenti di MyFit e le aggiuntive prestazioni di connettività. Quella che rappresenta essere, forse, la punta di diamante dell’update, potrebbe essere l’arrivo di Google Assistant, che ricordiamo non ci fosse inizialmente poiché era presente soltanto Alexa di Amazon.

Da qui, dunque, capiamo che sia un dispositivo ricco di sorprese e che sicuramente non ci lascerà delusi nemmeno una volta. Che possa piacerci? È molto probabile, ma bisogna effettivamente costatare se possa essere un buon acquisto da parte nostra o meno. Per cui, informiamoci a dovere su questo dispositivo e scopriamo se ci interessi davvero dalle sole caratteristiche che abbiamo vedere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here