Call Center aggressivi e finti contratti via e-mail: ecco come difendersi

0
248

I call center ci stanno tormentando giorno dopo giorno, con la paura che possano pure offrirci delle offerte non tanto valide? Nessun timore: abbiamo delle novità di cui parlarvi per proteggervi meglio.

Call Center aggressivi e finti contratti via e-mail: ecco come difendersi
I call center possono diventare troppo fastidiosi a volte – Computermagazine.it

Le telefonate da parte dei call center diventano sempre più frequenti e ridondanti, tant’è che si cercano in continuazione delle soluzioni che possano essere adottate nell’immediato contro di loro. Il problema non sta tanto nel fatto che arrivino un sacco di chiamate indesiderate, quanto più che le stesse siano un mezzo per l’attivazione di eventuali servizi non richiesti.

E questo lo diciamo perché, ci dispiace dirlo, a molti è successo, ed è probabile che continuerà ad accedere anche in futuro di questo passo. Quello che dovremo premurarci di fare, soprattutto per evitare che possa accadere, è certamente quello di seguire alcuni consigli chiave che possano esserci utili in situazioni disagianti come queste. Che cosa dovremmo fare per tutelarci al meglio delle nostre possibilità?

I suggerimenti da seguire in caso volessimo proteggerci a dovere

Call Center aggressivi e finti contratti via e-mail: ecco come difendersi
Per fortuna, seguendo queste info, potrete risolvere alcuni problemi – Computermagazine.it

Innanzitutto bisogna capire di chi si tratti, quindi dovremmo chiedere all’interlocutore la provenienza e il nome della società. In secondo luogo, e cosa molto importante, dobbiamo assolutamente rifiutare ogni tipo di richiesta commerciale mettendo subito in chiaro che, senza il nostro consenso, non avranno diritto di portare a termine alcun contratti.

Ma qualora fossimo interessati, tenete a mente che sarà comunque sia importante non lasciarci condizionare da ciò che viene detto, e oltretutto dovremo anche domandare ogni sorta di spiegazione in merito per evitare di accettare qualcosa di cui sappiamo essenzialmente troppo poco.

Un altro elemento molto importante è sicuramente il prezzo: dovremo farci dire ogni singola informazione al riguardo, evitando di rimanere di stucco o non aggiornati su quanto dovremo pagare ora e a lungo andare. Inoltre, ricordate sempre che abbiamo due settimane di tempo per annullare un contratto appena stipulato.

Infine, qualora ci dovessero essere dei problemi, dovremo contattare direttamente la società in questione per chiedere delle spiegazioni in merito. Ma se ciò non dovesse bastare, allora è chiaro che la soluzione più ovvia sarà quella di rivolgerci all’Antitrust, grazie alla quale potremo ottenere sicuramente un riscontro sicuro. Di solito è sufficiente una e-mail oppure una chiamata, quindi premuriamoci di visitare il sito ufficiale per capire meglio come muoverci

🔴 Fonte: www.ilsole24ore.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here