Il nostro Pianeta è costantemente in pericolo: panico in Europa per l’ultimo asteroide

0
349

Un asteroide impatterà contro la Terra, forse provocando dei danni quantificabili. È un pericolo vero e proprio oppure potremo stare tranquilli? Ecco l’opinione degli esperti.

Gli scienziati ci hanno tenuto in allerta più e più volte per quanto riguarda la minaccia di possibili asteroidi in grado di poter danneggiare il nostro amato pianeta. Non possiamo aspettarci che nessun fenomeno, prima o poi, si presenti dal nulla con l’intenzione di provocare dei danni significativi: essere realisti è molto importante al giorno d’oggi. Ed è quello che potrebbe succedere in futuro, motivo che ci spinge a parlarne in questo momento.

asteroide impatto
L’impatto di un asteroide non è impossibile – Computermagazine.it

Gli scienziari hanno voluto calcolare la traiettoria di un meteorite tenendo conto dell’ultimo impatto avvenuto al di sopra della Manica in Europa, tentando di capire quanto potrà essere pericoloso il prossimo e di che cosa dovremmo avere più timore. Innanzitutto, di questo asteroide, sappiamo che era un oggetto spaziale dalle dimensioni di un metro, e che era destinato a entrare nell’atmosfera terrestre prima ancora di colpire la superficie del pianeta.

Allerta meteoriti in futuro? Ecco perché non sarà necessario avere paura

Utilizzando le nuove tecnologie sono riusciti a capire che l’impatto dell’asteroide doveva avvenire nei pressi di Rouen, città francese che si trova a nord-ovest di Parigi. Il tragitto è stato significativo: una scia luminosa ha dato l’effetto di una grande stella cadente. Gli scienziati, inoltre, hanno anche trovato un nome da dare a questo meteorite, cioè Sar2667. Ma in che modo sono riusciti a seguire l’asteroide senza mai perderlo di vista? La risposta vi lascerà a bocca aperta.

asteroide impatto 4
Un asteroide potrebbe colpire la Terra – Computermagazine.it

È stato messo all’opera il Catalina Sky Survey, cioè dei principali progetti dedicati all’osservazione di oggetti che si avvicinano al nostro pianeta. Il telescopio è riuscito ad individuarlo il 19 novembre 2022, per poi seguirlo altre tre volte al fine di mappare con successo quella che poi sarebbe stata la sua traiettoria finale. E già che c’era, ha anche fornito le dimensioni del meteorite e il calcolo dei danni che avrebbe apportato.

In sintesi è stato identificato come un frammento relativo all’impatto tra altri asteroidi, che poi hanno rilasciato pezzi di roccia e di ghiaccio dall’orbita non proprio regolare. E dal momento che di questi impatti se ne contano parecchi nel corso di un anno, arriviamo a capire che nessun meteorite potrebbe sfuggire agli occhi dei nostri scienziati. Verremo sempre avvisati di un pericolo imminente in anticipo: è appurato.