6G, la rete di sesta generazione sarà 50 volte più veloce della precedente

0
154

La rete mobile 6G promette di essere cinquanta volte più veloce dell’attuale 5G: scopriamo dettagli e data di sbarco

La Samsung ha promesso di lanciare il primo dispositivo con il 6G integrato già nel 2028, fra otto anni, ma è più realistico che la rete mobile sia data alla luce intorno al 2030. Tra gli obiettivi principali nella realizzazione della rete mobile di sesta generazione, vi è quello di supportare comunicazioni con latenza di un terabyte al secondo. Questo consentirebbe al 6G si essere 50 volte più veloce rispetto al 5G.

Inoltre, insieme all’aumento del livello di capacità, saranno allargate le prestazioni delle attuali applicazioni e potranno esserne supportate di nuove in tema di cognizione, rilevamento e connettività wireless. Le frequenze della nuova rete dovrebbero consentire anche una velocità di campionamento molto maggiore.

LEGGI ANCHE—> iPhone 12 e 12 Pro, ecco le promo con finanziamento Vodafone e WindTre

6G, dettagli e capacità della nuova rete

La rete di sesta generazione viene sviluppata con l’intento di dare una risposta alla rete di accesso che è sempre più distribuita ed anche per sfruttare lo spettro terahertz che andrebbe a migliorare efficienza e capacità a 360 gradi. In molte situazioni di ambito governativo ed industriale, il 6G potrebbe garantire molte soluzioni inerenti alla sicurezza pubblica ed alla protezione di risorse.

Le capacità principali della rete internet dovrebbero essere il rilevamento di minacce, il monitoraggio della salute ed il riconoscimento facciale. Altre caratteristiche più sofisticate saranno il processo decisionale, la misurazione della qualità dell’aria ed il rilevamento di gas e tossicità. Si potranno anche raccogliere i dati necessari per un cumulo di informazioni ma in questo caso sarà necessario anche un approccio sistemico. Bisognerà infatti consentire un inglobamento di analisi dei dati, un’intelligenza artificiale e la capacità di calcolo di prossima generazione tramite HPC e calcolo quantistico.

LEGGI ANCHE—> Play Station 5, i giochi della PS4 saranno retrocompatibili

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here