Huawei, accordo con la Samsung sui display OLED: arrivato l’ok degli USA

0
113

Accordo tra Huawei e Samsung sugli OLED: il colosso coreano potrà vedere i display al marchio cinese. Fondamentale l’ok degli USA

Huawei

L’Huawei d’ora in poi potrà acquistare i display OLED dalla Samsung. A riportare la notizia è la Yonhap News Agency, la quale rivela che l’accordo è stato reso possibile dal lascia passare del Dipartimento del Commercio Americano che ha concesso una licenza all’azienda coreana per vendere i prodotti ad Huawei.

Il governo americano negli ultimi tempi ha imposto una serie di sanzioni al colosso cinese, il quale non può rifornirsi di componenti sviluppati da aziende americano o estere che utilizzino macchinari nazionali.

L’organo di commercio americano ha concesso ad Huawei anche la licenza per Intel ed AMD in modo da permettere l’utilizzo delle CPU all’interno dei suoi pc.

Per i profani, l’OLED è un diodo ad emissione di luce che viene utilizzato per schermi di vario genere. A differenza degli LCD, ovvero display a cristalli liquidi, producono luce propria e non hanno quindi bisogno di componenti aggiuntivi per l’illuminazione. Questo fattore consente di realizzare dei pannelli molto sottili, ma anche pieghevoli ed arrotolabili (come accade con Z Flip e Z Fold di Samsung) e che hanno bisogno di minori quantità di energia per funzionare.

LEGGI ANCHE—> GeForce RTX 3060 Ti, spuntano notizie sull’arrivo: le specifiche tecniche

Huawei, niente CPU: per ora solo i display dalla Samsung

L’accordo consentito dal Dipartimento del Commercio americano è ritenuto storico dato che la Samsung Display diviene così la prima azienda sud-coreana ad ottenere dagli Stati Uniti le possibilità di trattare con Huawei.

La sezione Samsung Electronics, la quale lavora sulle CPU, non ha invece ottenuto ancora la licenza così come LG Display e l’SK Hynix che produce memorie. Questa prima apertura alla Samsung per gli OLED potrebbe però essere propedeutica per nuove licenze nel breve futuro.

LEGGI ANCHE—> Windows, limite ai percorsi delle cartelle con oltre 260 caratteri: come gestirli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here