Google Maps, la funzione “back in time” per tornare indietro nel tempo

0
139
Google maps, la soluzione anti-covid per gli autobus (Pixabay)
Google maps, la soluzione anti-covid per gli autobus (Pixabay)

Fra le numerose funzioni presenti in Google Maps, una delle applicazioni più utilizzate nel mondo della navigazione, ve ne è decisamente una curiosa che permette di vedere come sono cambiati i luoghi nel corso degli ultimi anni. Non si tratta di una novità di questi giorni, ma semplicemente di una funzione che probabilmente non molti conoscono e che tuttoandroid.net ha voluto rispolverare. Come anticipato, grazie a questa chicca è possibile ammirare determinati posti allo stato attuale, per poi fare un paragone allo stato dello stesso qualche anno addietro. Google Maps aveva pubblicizzato questa particolare funzione già sei anni fa attraverso un videoclip intitolato “Go back in time with Street View”, una specie di macchina del tempo in stile Ritorno al Futuro che permetteva appunto di riavvolgere il cronometro e tornare agli anni addietro. Come è possibile? Semplicemente tramite gli archivi fotografici di Google, che appunto permettono di fare il paragone fra old e new.

GPS
GPS Foto di Tumisu da Pixabay

GOOGLE MAPS BACK IN TIME: TANTE LE FUNZIONI DELL’APP DI MOUNTAIN VIEW

Al momento questa funzione speciale non funziona sulla versione mobile di Google Maps, sull’applicazione, ma solamente sulla versione desktop, quindi, quella per personal computer. Tornare indietro nel tempo non è inoltre possibile per tutti i luoghi, ma ove la funzione è attiva basta un semplice click sull’icona relativa in alto a sinistra, e attraverso un cursore scoprire gli anni precedenti. L’applicazione di Google per destreggiarsi fra le vie nasconde numerose funzioni interessanti, che forse non tutti conoscono. Del resto Google Maps ha compiuto 15 anni a fine gennaio scorso, e ha alle spalle un’esperienza unica nel suo genere, che le ha permesso di implementarsi sempre più andando in contro a quasi tutte le esigenze degli utenti. Ad esempio non tutti sanno che tramite Google Maps si può condividere la propria posizione o navigare in incognito, C’è anche la funzione classica per evitare i pedaggi, molto utile se non si vogliono spendere soldi su autostrade e tangenziali, o anche quella per impostare le zone di riferimento. Si può inoltre salvare il luogo dove si ha parcheggiato la propria automobile, e anche segnalare le proprie preferenze alimentari.

LEGGI ANCHE Google Maps, soluzione anti-covid per l’affollamento dei mezzi pubblici

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here