Madonna contro Instagram, il post che lancia l’allarme privacy: ma sarà vero?

0
221
Madonna contro Instagram (Instagram.com)

Madonna torna a farsi viva sui social con un attacco diretto a Instagram. Nelle scorse ore, infatti, la regina del pop di origini italiane, ha pubblicato sulla propria pagina un post in cui accusa il social fotografico di proprietà di Mark Zuckerberg (Facebook), di violare la privacy. A breve Instagram adotterà nuove politiche in tal senso, e secondo la Ciccone queste consentirebbero alla piattaforma fotografica di spiare i suoi utenti, e nel contempo di acquisirne dati sensibili per poi rivenderli a terzi. Ecco cosa ha scritto nel dettaglio Madonna con destinatario Instagram: «A partire da domani, le nuove politiche di cyber-sorveglianza di Instagram consentono a Mark Zuckerberg di spiare voi e la vostra famiglia, rubare i vostri segreti più intimi e controllare il rispetto degli ordini governativi attraverso tutti i vostri dispositivi – compreso il televisore – e vendere i vostri dati al governo e all’industria o punirvi per disobbedienza. #dittatura».

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Madonna (@madonna)

LEGGI ANCHE Instagram contro le fake news su COVID-19: arrivano le notifiche

MADONNA CONTRO INSTAGRAM: IL POST OSCURATO DELLA SCORSA PRIMAVERA

Un messaggio decisamente forte quello di Madonna nei confronti di Instagram, e che numerosi sui follower hanno già apprezzato e commentato. Non mancano però le critiche di chi accusa la stessa pop star di essere una cospirazionista. Del resto non è la prima volta che l’artista italo-americana si espone sui social in maniera un po’ controversa, ed in particolare, gli episodi si sono moltiplicati negli ultimi mesi, con la diffusione della pandemia di coronavirus. Durante la scorsa primavera, ad esempio, aveva fatto scalpore un video condiviso dall’artista in cui si sottolinea come il vaccino anti-covid vi fosse già, ma lo stesso veniva tenuto nascosto, al segreto, per “fare arricchire ancora di più i ricchi”. Il post era stato cancellato poche ore dopo da Instagram con il commento “informazioni false”, e quando ci si cliccava sopra si veniva reinderizzati ad una pagina in cui si spiegava come all’epoca il vaccino anti covid-19 non esistesse ancora.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here