Google testa la nuova funzione di ricerca dedicata a TikTok e Instagram Reels

0
196

Google testa la nuova funzione di ricerca dedicata a TikTok e Instagram Reels. Big G non si fa sfuggire la febbre da “video brevi” portata alla ribalta da TikTok e Instagram Reels. 

ricerche google fai da te
Il motore di ricerca Google

Secondo quanto emerso nelle ultime ore, Google sarebbe al lavoro – ancora in una fase di test – su una nuova funzione di ricerca. Dedicata esclusivamente ai video di TikTok ed Instagram Reels, con questa nuova feature big G tenta di coprire la falla inerente i “video brevi” delle piattaforme sopracitate, integrandole nel suo ecosistema di ricerca.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> È guerra tra Apple e Google per il dominio sul web e la violazione della privacy

Google punta all’utenza di TikTok e Instagram Reels con un trucchetto

App TikTok
App TikTok Foto di cottonbro da Pexels

Già all’inizio dell’anno si era intravisto un timido tentativo da parte di Google nell’integrare i video brevi delle sue piattaforme all’interno della scheda Discover. A quanto pare questa nuova funzione si integrerà con quanto visto nei mesi scorsi, andando a migliorare ulteriormente la copertura di Google. Un aggiornamento che, oltre agli YouTube Shorts e al neonato progetto Tangi, integrerà i ben più noti TikTok e Instagram Reels.

Una mossa da parte di Google che porterebbe con sé un considerevole aumento di traffico vista la popolarità delle piattaforme, ad oggi tra le più scaricate ed utilizzate sulla rete. Tecnicamente, una volta cliccato sul breve video, l’utente viene trasportato sulla versione web dell’app, rimanendo quindi incollato a Google.

Non sarà quindi necessario scaricare TikTok o Instagram per visionare i loro contenuti. Così facendo l’utente non verrebbe risucchiato nel vortice di contenuti più o meno interessanti presenti sulle piattaforme ma, più probabilmente, tornerà indietro proseguendo la sua ricerca su Google.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> YouTube Shorts “imposto” agli utenti da Google nell’app

Attualmente la funzione è ancora in una fase embrionale di test ma, come riportato da un portavoce di Google a TechCrunch, vedrà presto la luce sul motore di ricerca.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here