Artemis I, la Nasa pianifica nuovo test per SLS a febbraio

0
378

La missione Artemis I punta ancora al decollo nel 2021. Pianificato per fine febbraio un nuovo test di accensione per lo Space Launch System.

Artemis I hot fire test
L’hot fire test del 16 gennaio (image from blogs.nasa.gov)

Prosegue senza grandi intoppi il programma di test Green Run per lo Space Launch System, il razzo che dovrebbe lanciare il veicolo spaziale Orion sulla Luna entro il 2022, nell’ambito della missione spaziale Artemis I. La Nasa ha infatti annunciato che l’ottavo e ultimo test di Green Run sarà ripetuto nell’ultima settimana di Febbraio 2021, sempre presso lo Stennis Space Center vicino alla Baia di St. Louis, nel Mississipi.

Lo scorso 16 gennaio, infatti, il test di accensione dello Space Launch System è andato avanti per soli 67,2 secondi invece degli otto minuti previsti. Come spesso accade in circostanze simili, il fallimento di un obiettivo prefissato non è mai totalmente vano, visto che ricercatori e ingegneri sono sempre in grado di raccogliere un’infinità di dati, nuove conoscenze e istruzioni preziosissime per lo step successivo.

TI POTREBBE INTERESSARE->Netflix, in arrivo una funzione per gli utenti ‘notturni’: di cosa si tratta

La Nasa ci crede ancora: Artemis I verso la Luna già a novembre

Artemis I, I quattro set up di SLS
I quattro set up dello Space Launch System, due per equipaggio e due cargo (www.nasa.gov)

La prima buona notizia è che durante il test interrotto, i quattro motori Aerojet Rocketdyne RS-25 di SLS si sono avviati insieme per la prima volta. Un protocollo di test definito conservativo ha poi determinato lo spegnimento prematuro del sistema. La seconda è che il primo stadio è in perfetta forma e non ha riportato danni durante il minuto abbondante di accensione. Nasa e Boeing, capofila dei costruttori del core stage, sono concordi nell’affermare che un nuovo collaudo presenta rischi minimi, ma frutterà informazioni necessarie al prosieguo del programma.

In altre parole, i quattro motori devono rimanere accesi per tutti gli otto minuti richiesti, per simulare le attività previste durante la fase di decollo e ascesa del razzo. Prima del compimento di questo step, il primo stadio non potrà essere trasferito nel John F. Kennedy Space Center in Florida. Nel centro di Cape Canaveral, poi, avrà luogo l’assemblaggio con le altre parti dello Space Launch System e del veicolo spaziale Orion.

PROVA A LEGGERE>>>Cerere prima megalopoli nello spazio: “Ci trasferiremo entro 15 anni”

Nonostante i ritardi cronici e i problemi di budget che hanno afflitto Artemis I sin dalla presentazione avvenuta nel 2011, la Nasa spera ancora di tagliare il nastro della missione entro la fine del 2021. L’Agenzia spaziale Usa ha dichiarato ottimisticamente che Orion porterà un equipaggio sulla Luna a novembre. Ma è una eventualità che dipende moltissimo dal nuovo test di febbraio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here