In arrivo una funzione per proteggere la privacy sulla piattaforma Google Meet

0
198

Pronta una nuova feature per la sicurezza degli utenti Google Meet: sarà integrata una funzione che protegge dai rischi di phishing.

Protezione piattaforma
Sicurezza Google Meet

Gli sviluppatori sono a lavoro per rendere la piattaforma Google Meet più sicura. Come sappiamo, durante la quarantena, ha raggiunto un enorme numero di iscritti così da ricevere continui aggiornamenti per rendere l’utilizzo più semplice e confortevole.

La prossima feature, però, non sarà un’aggiunta ai servizi utili agli utenti, piuttosto un sistema di sicurezza importante per gli amministratori di sistema. Non è da escludere la possibilità di qualche attacco hacker tramite reti poco sicure. Per questo, la nuova funzione dovrebbe evitare qualunque rischio.

POTREBBE INTERESSARTI –> Windows 10, il menu start si rifà il trucco

La nuova feature per la sicurezza di Google Meet

Video Conferenza
Conferenza Meet

Proprio per la gran quantità di utenti del servizio, la piattaforma può diventare facile preda di phishing e di facile accesso da reti non ufficiali. Questo il motivo legato alla necessità di ampliare i sistemi di sicurezza dell’app.

Come riportato da TechRadar, attraverso la nuova funzione, gli amministratori potranno gestire in modo adeguato il traffico di rete e configurare meglio il firewall del PC, bloccando così le reti non attendibili e consentendo l’accesso solo a specifici dispositivi.

La notizia più interessante è che il nuovo update sarà disponibile per tutti, anche per gli utenti non iscritti al servizio Google Workspace. La protezione riguarderà la piattaforma a 360°.

Per entrare nel dettaglio, l’aggiornamento di Meet introdurrà una serie di indirizzi IP ufficiali e fissi per utenti non Google Workspace che permetterà loro di configurare ed ottimizzare al meglio l’accesso alla rete e al firewall.

Questo sistema sarà particolarmente utile per i domini e le organizzazioni non iscritte a Workspace, con utenti che non hanno eseguito l’accesso a Google Account per identificare il traffico delle videoconferenze.

POTREBBE INTERESSARTI –> Truffa bancaria telefonica choc: “59mila euro sottratti dal conto”

Pertanto, gli amministratori con Workspace dovranno necessariamente aggiornare i propri firewall e aggiungere la nuova serie di indirizzi IP di Meet alla lista di quelli autorizzati. D’altro canto, i vecchi indirizzi cesseranno di essere utilizzati a partire dal 1° marzo 2021.

Utenti nel mondo
Utenti Meet

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here