Diritti tv, c’è chi dice no! Sky perde tutta la Serie A

0
354

Fumata nera. Nerissima. Dopo la perdita del predominio territoriale sul calcio che durava da 18 anni, Sky perde completamente la Serie A, per il prossimo triennio. Nell’Assemblea odierna, nel giorno della scadenza delle offerte per i diritti tv, la Lega dice no, complice l’astensione di sette società per l’assegnazione del pacchetto 2, quelle delle tre gare (a giornata) in co-esclusiva.

Diritti tv, la Lega dice no a Sky anche per il pacchetto 2

I foschi presagi di rapporti ormai deteriorati fra SKY e la Lega, esistevano, naturalmente, prima dell’Assemblea odierna. C’è il forte attrito figlio della famoso la sesta rata dei diritti tv per la stagione 2019/2020: SKY chiedeva uno sconto, a causa di un campionato sospeso per la pandemia da Coronavirus, i club pretendevano l’intero importo di 130 milioni, alla fine la tv di Murdoch ha pagato la cifra intera, ma solo dopo che il tribunale di Milano l’ha costretta a farlo con un decreto. Non solo.

LEGGI ANCHE >>> Zero morti da covid a Londra: è la prima volta in sei mesi

C’è stato il botta e risposta, a colpi di lettere ufficiali, già durante la corsa al grosso dei diritti tv per il prossimo triennio (2021-2024), vinto da DAZN, con la Lega stessa che ha giudicato inammissibile la proposta di SKY, di 750 milioni per i pacchetti 1 e 3. C’era soprattutto una grande differenza fra l’offerta del colosso di Murdoch (70 milioni per le tre gare di Serie A in co-esclusiva a giornata) e la domanda della maggior parte dei top team, quasi il doppio.

Diritti tv, un nuovo bando. Cosa resta a SKY

Diritti tv, la Lega di Serie non vuole più SKY
Diritti tv, la Lega di Serie non vuole più SKY

I forti attriti fra le due parti sono esplosi nell’Assemblea odierna. Juve, Inter, Napoli, Lazio, Atalanta, Verona e Fiorentina non hanno indietreggiato di un centimetro, astenendosi dalla votazione odierna, e di fatto rendendo vani i 13 voti a favore di SKY, non necessari per il raggiungimento del quorum.

LEGGI ANCHE >>> Canale di Suez, lo strano caso della Ever Given: disincagliata

Così, adesso, bisogna dare inizio a un nuovo bando per l’assegnazione del pacchetto 2 dei diritti tv per la Serie A del prossimo triennio. Un nuovo bando a cui potrebbero partecipare Mediaset e Amazon, che già hanno acquistato pacchetti di partite della Champions League: una ne ha 121 di cui 17 in chiaro finale compresa, l’altra ne possiede in esclusiva 16, le migliori del mercoledì.

Centoventuno partite di Champions, su 137. Tutta l’Europa e Conference League. Cinquantuno partite del prossimo Europeo 2020, itinerante nel 2021 (11 giugno-11 luglio) con quattro partite all’Olimpico di Roma, alcuni campionati esteri fra cui la Premier League. E’ tutto il calcio, per ora, rimasto a SKY. Un magro bottino, senza Serie A.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here