Blue Origin: parte la vendita di biglietti per i viaggi spaziali turistici

0
370

Blue Origin: parte la vendita dei ticket per lo spazio. La compagnia di Jeff Bezos spinge il piede sull’acceleratore del turismo spaziale, ed è pronta a mettere in vendita i primi viaggi spaziali per comuni mortali.

Blue Origin: parte la vendita
Blue Origin: parte la vendita di biglietti

La realizzazione del sogno di un viaggio turistico nello spazio è ormai dietro l’angolo. Ci penserà Blue Origin, la compagnia spaziale di Jeff Bezos pronta a mettere in vendita i suoi primissimi biglietti per il turismo spaziale a bordo di New Shepard. A riportare la notizia CNBC, che parla del prossimo 5 maggio come data di avvio della vendita del biglietto – o biglietti? – spaziale.

POTREBBE INTERESSARTI –> Bezos dallo spazio: Blue Origin a un passo dal turismo cosmico

Blue Origin: quanto costerà viaggiare nello spazio? Iscriviti alla newsletter e… lo saprai!

Blue Origin, la sede in Florida (Adobe Stock)
Blue Origin, la sede in Florida (Adobe Stock)

Attualmente non ci è dato sapere ne quanti saranno i biglietti in vendita, ne quanto costerà un viaggetto nello spazio. Di sicuro non due lire. Forse tre… o quattro. Quel che sappiamo è che il 5 maggio partirà la vendita e, in concomitanza con essa, sapremo di più su quantità dei biglietti e prezzi. Per conoscere il listino basterà condividere la propria mail sul sito web dedicato. “Iscriviti per conoscere come acquistare il primo posto su New Shepard“. Il disclaimer lascia poco spazio a dubbi. Ne sapremo di più a breve.

Un video di lancio della campagna marketing mostra il patron Jeff Bezos – che ha di recente riportato il suo patrimonio oltre i 200 miliardi di dollari – entrare nella capsula di New Shepard. Alcuni secondi molto suggestivi che mostrano il magnate dell’eCommerce guidare nel deserto del Texas per recarsi nella struttura di lancio del razzo di Blue Origin.

POTREBBE INTERESSARTI –> La Nasa torna sulla Luna grazie a Elon Musk: SpaceX si aggiudica il bando

Saranno sei i fortunati che potranno godersi il viaggio spaziale, andata e ritorno compresi. Le capsule nei voli di prova effettuati negli scorsi mesi hanno raggiunto la quota di 100 KM di altitudine, dando così la possibilità ai turisti di osservare il globo nella sua interezza. Un’esperienza unica e – almeno per ora – per pochi(ssimi) fortunati. Immaginiamo che i prezzi saranno “alle stelle”, così come i razzi Blue Origin che puntano ad essere i primi a trasportare comuni mortali oltre la nostra atmosfera.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here