The Matrix Resurrection ora diventa NFT per gli appassionati della saga

0
254

Ancora NFT nel mondo del cinema Hollywoodiano. Dopo l’annuncio di Quentin Tarantino, che ha deciso di vendere alcuni contenuti inediti di Pulp Fiction tramite blockchain, un altro film finirà sul mercato attraverso gli NFT, i token crittografici usati come nuova fonte di reddito.

The Matrix Resurrections (Adobe Stock)
The Matrix Resurrections (Adobe Stock)

Si tratta di The Matrix Resurrections, quarto film della saga dedicata a Neo e compagni ideato dalle sorelle Wachowski, che arriverà nelle sale il prossimo 1 gennaio, e che al pari di Pulp Fiction avrà dei contenuti virtuali unici ben piazzati sulla blockchain.

Nello specifico, The Matrix Resurrection si distinguerà dagli altri progetti Hollywoodiani con gli NFT in quanto gli utenti acquisiranno un avatar sotto forma di NFT, col quale potranno decidere cosa fare: tenerlo per sé o sfoggiarlo sui social o sulle piattaforme digitali.

The Matrix Resurrections, gli NFT saranno rilasciati su Social NFT Nifty’s

Blockchain (Adobe Stock)
Blockchain (Adobe Stock)

Ovviamente, la messa in commercio su blockchain degli NFT di Matrix non si esimerà dall’avere a disposizione le famose pillole blu e rossa: i 100 mila avatar messi in vendita a 50 dollari ciascuno infatti, dopo essere stati venduti a partire dal 30 novembre, dal 16 dicembre potranno essere indirizzati verso due scelte di “comportamento” con l’assunzione della pillola blu o della pillola rossa.

In caso di assunzione della pillola blu, l’avatar rimarrà diligentemente in Matrix, mentre in caso si decidesse di far assumere all’avatar la pillola rossa, quest’ultimo si trasformerà in un ribelle e quindi andrà contro l’ordine costituito. Questi avatar NFT potranno in futuro aumentare di valore, facendo così guadagnare i loro possessori.

 

«Il tema dell’identità digitale e della scelta, e il possesso di quell’identità, ricorda il senso del franchise di Matrix». Queste le parole di Jeff Marsilio, CEO e co-fondatore di Nifty’s, il quale ha aggiunto che «si tratta di un’opportunità per sfruttare quello che abbiamo già creato con gli avatar sotto forma di NTF e portarlo all’attenzione di un pubblico più ampio».

LEGGI ANCHE >>> Come ottenere i buoni sconto Amazon? Ecco la nostra guida per “generarli”

La Warner Bros. non è nuova al business con gli NFT: in passato ha messo in vendita una serie di oggetti digitali relativi al film Space Jam, che aveva come protagonista la star dell’NBA Michael “Air” Jordan, che hanno permesso ai loro possessori di interagire in un modo tutto nuovo con i personaggi dei loro film preferiti.

LEGGI ANCHE >>> Risarcimento da 4,5 mln di dollari e forse il carcere per aver crackato le Nintendo Switch: l’incredibile vicenda

Si tratta di un’interazione, ovviamente, con l’immaginario, dove il confine con la realtà è molto labile. E quale miglior modo per fare questo degli NFT? Ne sono assolutamente convinti in Nifty’s, soprattutto grazie al successo che questo tipo di business sta avendo proprio a Hollywood.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here