Vuoi assaggiare quello che vedi sullo schermo? Basta leccarlo, la folle idea che arriva da oriente

0
560

La nuova frontiera delle stranezze, questa volta ha preso alla lettera la frase “si mangia anche con gli occhi”. Si lecca lo schermo e si sentono i sapori visti sul TV, che sia una torta o un pollo arrosto. Il merito va a queste miscele spruzzate su una pellicola che riveste il display. Utile forse anche come applicazione nei metaversi, ma diciamocelo, in tempo Covid meglio non andare in giro a leccare elettrodomestici.

Studentessa dimostra come funziona il meccanismo – Computermagazine.it

Un professore universitario giapponese avrà pensato “buono quel pollo!magari potessi mangiarmelo” prima di  ha creare il TTTV, “Taste The TV“, uno schermo che si può leccare per poter sentire il sapore dei cibi che vengono visualizzati su di esso, e tutto attraverso le proprie papille gustativeHomei Miyashita, il suo creatore, ha lavorato in solitaria alla realizzazione del TTTV presso l’Università Meiji di Tokyo con l’obiettivo di “rendere possibile alle persone l’esperienza di qualcosa come mangiare in un ristorante dall’altra parte del mondo, anche stando a casa“, ha riferito il professore alla stampa, una volta presentato il progetto.

LEGGI ANCHE: Non sai se è giusto tradire il partner? Ora c’è un oracolo online a suggerirti la scelta giusta per te

Si spruzza, si lecca, si gusta

Il prototipo del TTTV che è stato sviluppato e mostrato per la prima volta alla stampa ha un contenitore superiore che ospita una cerchio di 10 cilindri di “sapori” che, miscelati a dovere, creano il gusto del cibo che si sta visualizzando sullo schermo e ci danno l’impressione di mangiarlo.

Ecco come funziona la TTTV – Computermagazine.it

La miscela viene spruzzata su una pellicola, totalmente  igienica, che rotola come uno strato sul display, tipo vetrino plastificato su smartphone; quindi può essere leccato per sentire il sapore del cibo. Ora, la cosa a noi non entusiasma, soprattutto perchè di alzarci dal divano e metterci a leccare lo schermo della tv, anche no. Ma comunque, andiamo avanti. Una studentessa dell’università, quella che vedete nella foto in alto, ha mostrato il funzionamento del TTTV ai giornalisti. Ha ordinato tramite comando vocale al TTTV di volere assaggiare il cioccolato dolce che vedeva su una torta. Il dispositivo ha avuto bisogno di alcuni tentativi per capire il comando, è ancora in fase beta, poi,  ha spruzzato la miscela sulla pellicola e leccando lo schermo che mostrava un dolce al cioccolato servito su un piatto, la studentessa ha potuto dire: “È un po’ come il cioccolato al latte. È dolce come una salsa di cioccolato.” Non so, a voi sta cosa convince? La versione commerciale del TTTV potrebbe avere un costo indicativo di 875 dollari, che per quella cifra fai prima a comprarti una torta e a guardala sul divano. Questo però potrebbe essere d’aiuto in vista dello sviluppo dei metaversi, passerebbe per uno strumento che consente di sentire i sapori con la lingua potrebbe essere utile per soddisfare la mancanza di uno dei sensi nell’universo digitale che ancora nessuno ha ritardo fuori: il gusto.

LEGGI ANCHE: Arriva il Tiramisù, il nome in codice per Android 13: ecco foto e i primi dettagli noti di come sarà

Altri sapori replicati made in Japan

Miyashita non è un novellino in questi esperimenti, che molto spesso hanno  che fare con il sentire i sapori,  e nel laboratorio dell’Università Meiji, con i suoi trenta studenti, ha già dato vita a un cilindro molto particolare, che se posto sulla lingua, riproduce il sapore di ciò che viene visto su uno schermo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here