Windows 11 cambia tutto: se ritiene un file dannoso l’utente non potrà installarlo in nessun modo!

0
149

Una opzione di Windows 11, a quanto pare, permetterebbe al sistema operativo di decidere quali file siano pericolosi e quali no, proprio come se lo stessimo facendo noi. Ma di quale impostazione tanto particolare stiamo parlando?

Windows 11 cambia tutto, se ritiene un file dannoso l'utente non potrà installarlo in nessun modo!
Controllare documenti e file, dopotutto, è molto importante per la salvaguardia del nostro PC – Computermagazine.it

Per far sì che alcuni software pericolosi vengano eseguiti è importante utilizzare la Smart App Control, cioè una nuova suite di sicurezza di Windows 11 che pare sia risultata essere fra le opzioni migliori che potremmo scegliere. La sua specialità è che sia una sorta di evoluzione di Windows Defender SmartScreen, proprio come ha suggerito Microsoft stessa:

Smart App Control porta ad un nuovo livello le protezioni precedentemente integrate, ed è profondamente integrato nel nucleo centrale del sistema operativo. Il nostro nuovo sistema di controllo intelligente consente di bloccare processi che non ritiene sicuri, in base ad una serie di parametri analizzati da un’intelligenza artificiale”.

Il funzionamento del software

Windows 11 cambia tutto, se ritiene un file dannoso l'utente non potrà installarlo in nessun modo!
Windows 11 è in grado di fare esattamente quello che faremo noi nei casi in cui è necessario cancellare dei file – Computermagazine.it

Quello che impressiona è la quantità di dati necessari a creare il modello di intelligenza artificiale alla base di Smart App Control: l’applicazione analizzerà fino a 24.000 miliardi di “stimoli” riguardanti la sicurezza giornaliera, e grazie all’analisi di questa enorme quantità di informazioni, Smart App Control potrà decidere se, in base ai suoi parametri, un software debba andare in esecuzione o meno.

Tenendo conto di diverse prove, il sistema di sicurezza non lascia nessuna discrezionalità all’utente. Infatti l’utilizzatore di Windows 11 non può bloccare o sbloccare software, bensì se ne occuperà in automatico la suite di sicurezza soffermandosi su tre parametri: l’inclusione del software in un elenco di applicazioni dannose già note, la presenza di una firma che renda il programma attendibile e la potenziale pericolosità che può avere.

Però, Smart App Control pare che non sarà in grado di funzionare su una versione già installata di Windows 11. Ne parla direttamente Microsoft con una nota ufficiale, in cui viene detto che: “Smart App Control verrà distribuito sui nuovi dispositivi con Windows 11. I dispositivi che eseguono versioni precedenti di Windows 11 dovranno essere ripristinati e disporre di un’installazione pulita di Windows 11 per sfruttare questa funzionalità”.

Comunque, a seguito del ripristino di Windows 11, Smart App Control potrà essere abilitato dalle opzioni. Successivamente, la suite di sicurezza farà un primo controllo, e da quel momento in poi proteggerà il PC. Ma se l’utente lo disabilita, non potrà abilitarlo in un secondo momento; anche in questo caso servirà un reset del sistema e ripartire da una versione “pulita” di Windows 11.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here