iPhone, scoperta nuova falla che mette a rischio la sicurezza

0
295

Nelle ultime ore è emersa la notizia di una falla negli iPhone, i famosi smartphone di casa Apple, che mettere a rischio la sicurezza degli stessi dispositivi mobile di Cupertino.

iPhone, 21/5/2022 - Computermagazine.it
iPhone, 21/5/2022 – Computermagazine.it

Come sottolineato dai colleghi di Hdblog.it, si è soliti credere che tutti i device della Mela siano meno vulnerabili e più resistenti agli attacchi da parte degli hacker, rispetto agli smartphone di casa Android. Peccato però che, stando ad uno studio realizzato dalla Technische Universität di Darmstadt, in Germania, si è dimostrato che hackerare un iPhone è ben più facile del previsto, ed inoltre, l’operazione si potrebbe fare addirittura con lo stesso smartphone spento.

iPhone, 21/5/2022 - Computermagazine.it
iPhone, 21/5/2022 – Computermagazine.it

IPHONE, SCOPERTA UNA NUOVA FALLA CHE SFRUTTA IL BLUETOOTH: COME FUNZIONA

Ad aprire le porte ai malintenzionati, sottolinea lo studio dell’università tedesca di cui sopra, sarebbe il chip Bluetooth che anche se il telefono è spento, resta comunque alimentato in modalità basso consumo, il cosiddetto Low Power Mode, per alcune ore. Come mai accade ciò? Non si tratta di una disattenzione ma semplice di un modo per mantenere attivo il funzionamento della funzione dell’app “Dov’è”; così facendo, se il proprio telefono viene rubato e subito spento, l’applicazione continua ad agire indisturbata, almeno per qualche ora.

Ryan Duff, uno dei ricercatori che si è occupato dello studio, ha fatto sapere che sfruttando il chip Bluetooth sarebbe possibile modificare il firmware consentendo l’inserimento di malware wireless. “Ora – commenta Hdblog.it – al netto del fatto che tutti i produttori dovrebbero considerare in maniera più importante questa problematica, soprattutto se si considera che il chip Bluetooth viene sfruttato anche per il funzionamento dei chip NFC e ultra-wideband, un intervento di correzione non è così semplice”. Il motivo è facilmente intuibile: il sistema Low Power Mode si basa sull’hardware dell’iPhone di conseguenza lo stesso non può essere rimosso tramite un “semplice” aggiornamento di sistema. In ogni caso una buona notizia c’è: gli iPhone a rischio sarebbero solo quelli con il jailbreak, ovvero, una procedura che “sblocca” i melafonini e che permette di installare software non ufficiale Apple sugli stessi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here