Energia elettrica e gas, come scegliere l’offerta più vantaggiosa ed economica direttamente online? La guida

0
202

Con la crisi energetica e il caro bollette che incombono ormai da mesi, sempre più italiani stanno cercando di risparmiare su gas e luce, informandosi online.

Energia elettrica e gas, 6/9/2022 - Computermagazine.it
Energia elettrica e gas, 6/9/2022 – Computermagazine.it

Come fare per districarsi fra le molteplici offerte? SOStariffe, come segnala il Corriere della Sera, ha realizzato a riguardo una sorta di vademecum per comprendere meglio i costi di una bolletta, i vari parametri da prendere in considerazione nel valutare un’offerta del mercato libero, al fine appunto di scegliere un gestore o un altro. Il primo elemento da tenere in considerazione è il costo della componente luce e viene di solito indicato in euro a chilowattora (€/kWh). Si tratta di un parametro variabile e permette di differenziare le offerte monorario da quelle multiorario. Nel primo caso non ci sono variazioni di tariffa fra giorno e notte e fra giorni della settimana, mentre nel secondo caso i consumi si abbassano la sera e il weekend. Inoltre va ricordato che la fascia F1 è quella da lunedì a venerdì dalle 8 alle 19, mentre la fascia F2 è attiva sempre negli stessi giorni dalle 7 alle 8 e dalle 19 alle 23, nonché il sabato dalle 7 alle 23. Infine c’è la fascia F3 attiva da lunedì a sabato dalle 23 alle 7, e la domenica e i giorni festivi a qualsiasi ora. Nella bolletta della luce troveremo inoltre le seguenti voci: spesa per la materia prima energia, spesa per il trasporto e la gestione del contatore, spesa per gli oneri di sistema, canone Rai, ricalcoli, altre partite, bonus sociale, imposte. Gli oneri variano anche in base alla residenza anagrafica e sono fissati dallo Stato, di conseguenza non dipendono da una compagnia all’altra.

Energia elettrica e gas, 6/9/2022 - Computermagazine.it
Energia elettrica e gas, 6/9/2022 – Computermagazine.it

ENERGIA ELETTRICA E GAS, COME SCEGLIERE IL MIGLIOR GESTORE: TUTTI I DETTAGLI

Chi ha la residenza nella casa in cui è attiva una fornitura di luce ha delle agevolazioni, mentre per un’eventuale seconda casa può avere un costo più alto. Il costo del gas metano viene invece indicato in euro a Smc, ovvero Standard metro cubo. Ci sono comunque alcune piattaforme che misurano il prezzo del gas come l’energia, ovvero, in euro al kWh. Per calcolare il totale della bolletta bisogna aggiungere al costo del gas quelli relativi alla spesa per il trasporto e la gestione del contatore, la spesa per gli oneri di sistema, le imposta, i ricalcoli, il bonus sociale, altre partite, che potrebbero includere costi derivanti da interessi di mora, addebito/restituzione del deposito cauzionale, indennizzi automatici, contributi di allacciamento. Gli oneri, sottolinea il Corriere della Sera, variano a seconda della zona geografica in cui si abita. Infine, va sottolineata la differenza fra prezzo fisso o prezzo indicizzato. Nel primo caso il prezzo è bloccato per un tot di tempo, mentre nel secondo caso si tratta di un’offerta variabile in relazione al prezzo di riferimento, leggasi il Pun per l’energia e il TTF per il gas.

🔴 FONTE: Corriere.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here