È possibile inviare un messaggio nello Spazio con Alexa, ma come?

0
298

L’assistente vocale di Amazon potrebbe inviare un messaggio nello spazio. Per quanto possa sembrare assurdo è possibile che succeda, ma ciò che chiediamo è questo: in che modo potrebbe succedere?

È possibile inviare un messaggio nello Spazio con Alexa, ma come?
Le foto pubblicate online non mentono – Computermagazine.it

L’assistente vocale di Amazon su Orion?

Torniamo a parlare nuovamente della missione Artemis I, ma in un contesto diverso dal solito. E lo diciamo perché pare che sia possibile inviare un messaggio alla navicella tramite Alexa, ma non senza una ragione valida: a bordo vi è un iPad funzionante e carico, il quale è in grado di accogliere ogni tipo di contatto. La componente aggiuntiva è stata ealizzata interamente da Cisco, Lockhead Martin e Amazon.

Ovviamente l’assistente vocale si pensa sia nella navicella assieme al tablet, dato che la sua presenza è importante in quanto l’obiettivo del test è proprio quello di verificare l’eventuale rapporto che può dare all’interno della navicella. Tale introduzione sarà necessaria per far sì che i membri dell’equipaggio di Artemis III possano farne uso in ogni momento, e senza alcun tipo di problema.

Come abbiamo rivelato in precedenza, Alexa non è stata progettata su Orion come in tutti i casi che conosciamo sulla Terra. Il suo inserimento hardware è stato appositamente studiato da Lockheed Martin per resistere a urti, vibrazioni e radiazioni. Ci dicono anche che, per il futuro, nelle missioni spaziali l’assistente vocale potrà fornire informazioni tecniche agli astronauti, così come fare loro compagnia.

Alexa non è in contatto solo con gli scienziati, ma anche con noi

È possibile inviare un messaggio nello Spazio con Alexa, ma come?
Alexa nello spazio? A quanto pare è possibile – Computermagazine.it

Ma se lo volessimo, potremmo inviare un messaggio ad Alexa? Ovviamente sì, seppur dovremo sperare di essere selezionati. Sappiate che il testo deve avere un massimo di 120 caratteri e sarà sottoposto a moderazione. Poi sarà inviato a Orion tramite il Deep Space Network. Il messaggio può essere mandato pure tramite l’app Explore Orion. Di seguito riportiamo una dichiarazione ufficiale di quello che avrebbero in mente di fare:

Callisto dimostrerà come la tecnologia vocale, l’IA e le videoconferenze tramite tablet possano aiutare a migliorare l’efficienza e la consapevolezza per coloro che sono a bordo del veicolo spaziale, fornendo accesso alle informazioni sulla missione in tempo reale e una connessione virtuale con le persone e le informazioni sulla Terra. Il suo obiettivo è esplorare come queste tecnologie commerciali possano supportare gli astronauti nelle future missioni nello spazio profondo verso la Luna e oltre“.

🔴 Fonte: www.hdblog.it