Microsoft Teams come Zoom, ecco le Live Reactions

0
185

Oramai le video call, che si tratti di ambito lavorativo o personale, sono entrate a pieno ritmo nella vita di ogni cittadino del mondo. Non c’è business che non si avvalga di una piattaforma di video chiamata, che si tratti di Zoom o di Microsoft Teams, Skype o chi per loro.

Microsoft Teams (Adobe Stock)
Microsoft Teams (Adobe Stock)

La novità oggi riguarda Microsoft Teams, che si mette al pari delle altre piattaforme (prima fra tutte quella di Zoom) e dà il via alle “live reactions“, le “reazioni animate in diretta”. Carine e, soprattutto se usate in maniera produttiva, utili.

Microsoft Teams, cosa sono le Live Reactions

VideoChat (Adobe Stock)
VideoChat (Adobe Stock)

Spesso accade, durante un meeting, che chi parla venga interrotto dagli altri membri del gruppo che esprimono le loro opinioni su quanto si sta dicendo. Fintanto che ci si trova nella stessa stanza, poco male. Uno scambio di opinioni spontaneo non è mai sgradito. Ma quando ci si trova online, in una call con più partecipanti (e già in 4-5, il numero è più che sufficiente) si rischia di fare un gallinaio.

LEGGI ANCHE >>> Abbonamenti IPTV: sanzioni salatissime per chi viene beccato

Già perché quando si interviene durante una video call, gli audio dei due utenti che parlano contemporaneamente si sovrappongono generando un effetto a dir poco cacofonico, disturbando tutta la platea e regalando una sensazione di poca chiarezza.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp e la “bufala Esselunga”: la nota ufficiale di smentita

Allora Microsoft Teams, per non incappare in questa problematica, ha attivato le Live Reactions. In pratica si tratta di emoticon ed emoji che gli utenti di una live chat, possono usare per esprimere assenso o dissenso verso chi ha la parola in quel momento, senza interrompere il discorso e creare quella confusione che poco piace a chi lavora in chat.

A descrivere la novità il Vice Presidente di Microsoft Team Meetings and Calling Program Management, Troy Batterberry. “Negli anni molti studi hanno confermato che il 70-90% della comunicazione umana è non verbale – afferma Batterberry – Incontrandosi di persona, tutti nell’ambiente possono percepire l’energia da reazioni non verbali come sorrisi, applausi e così via. A partire da oggi forniamo a chi partecipa alle riunioni un modo digitale per esprimere le loro emozioni, di qualunque tipo, con le Live Reactions“.

Per adesso, la funzione delle Live Reactions (accessibili mediante l’icona dedicata) è disponibile sia per la versione desktop che per quella mobile dell’applicazione. Per i clienti browser arriverà invece nei prossimi mesi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here