Masako Katsura la “First lady del biliardo” celebrata dal Doodle di Google

0
187

Masako Katsura forse non vi suonerà proprio famigliare come nome, ma nella giornata di oggi, domenica 7 marzo, Google le ha dedicato un suo Doodle, una prima pagina speciale che Big G riserva alle personalità che si sono distinte nel corso della storia.

Masako Katsura (Google)
Masako Katsura (Doodle di Google)

Ma chi è Masako Katsura? Il suo nome è senza dubbio celebre fra gli amanti del gioco del biliardo in quanto è stata la prima donna a competere per un titolo internazionale di biliardo. Il grande evento avvenne il 7 marzo del 1952, ed è proprio per questo che oggi Google le ha voluto dedicare il suo Doodle. Per la sua bravura è stata soprannominata la “First Lady del biliardo”, e del resto non poteva essere altrimenti, lei che a 12 anni aveva già una stecca in mano; giocava nella sala biliardo del cognato, e a 15 anni era già campionessa giapponese femminile di tre palle, una sorta di variante di carambola. A 19 anni, invece, essendo troppo brava, competeva solo nei tornei maschili, vincendoli.

MASAKO KATSURA, LA REGINE DEL BILIARDO: LO SBARCO NEGLI USA E…

POTREBBE INTERESSARTIMaría Grever, la regina del bolero, è la protagonista del Doodle di Google

«Era una semplice sbandata – la definiva un campione di biliardo degli anni 30-40, così come riportato dal sito di Focus – alta un metro e mezzo e pesante 43 kg. Ma che giocatrice fenomenale. Era minuta, educata, precisa, femminile, affascinante, modesta, incantevole e una macchina da punteggio come nessun altro». Nata a Tokyo nel 1913, si trasferì negli Stati Uniti sul finire degli anni ’30 (per l’esattezza era il 1937), e ciò permise alla sua fama di crescere in maniera spropositata al punto che Welker Cochran, otto volte campione del mondo all’epoca ma già in pensione, decise di tornare nella sale di biliardo per sfidare proprio Masako Katsura.

POTREBBE INTERESSARTIBoris Pasternak protagonista del Doodle di oggi: nacque 131 anni fa

Dopo la sfida, Welker decise di organizzare il torneo del Campionato del Mondo di biliardo nel 1952 di modo che la stessa atleta giapponese potesse competere con i migliori sulla piazza; Katsura chiuse incredibilmente al settimo posto, vincendo numerose sfide e confermando ciò che aveva detto anni prima il celebre scrittore William Shakespeare: “Il biliardo non è soltanto un gioco da uomini”. La First Lady del biliardo si ritirò dalle scene nel 1961, anche se in seguito fece qualche altra apparizione, fino al suo ritorno in Giappone nel 1990 e alla sua morte cinque anni dopo, nel 1995. A settembre del 2002 venne organizzato un torneo commemorativo, il Katsura Memorial: The First Ladies Three Cushion Grandprix.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here